Benvenuto!
Pubblicità

Papatilli

Categoria :

Prodotto da forno.

Espressioni dialettali:

Pepatelli, Biscottini di cruschello.

Ingredienti:

Kg. 1 di miele, gr. 100 di mandorle, scorza di limone, pepe bianco, un po' di farina per impastare.

Zona/e di produzione:

Tutta la Regione.

Metodologie:

Si versa in una casseruola il miele e lo si porta a bollore. Fuori dal fuoco vi si aggiungono poi gli altri ingredienti, mescolando accuratamente: le mandorle tostate e tritate, la scorza di limone, una presa molto abbondante di pepe bianco macinato e tanta farina quanto basta ad addensare il composto. Si poggia l'impasto su un piano ben oleato e la si lascia raffreddare. Si taglia a rettangoli o a piccole losanghe che vengono messe sulla placca del forno e si cuociono a calore moderato. Si servono freddi, con un buon vino da dessert. Se accuratamente riposti si conservano a lungo.

Commenti:

Questi papatilli sono tradizionali della zona di Teramo ma molto diffusi in tutto l'Abruzzo ed il Molise. Si preparano con la farina bianca mentre, un tempo, il tritello o il cruschello, ovvero il residuo della macinazione del grano, con abbondanti scagliette di crusca, oggi riservato quasi esclusivamente all'alimentazione degli animali ma di cui si va riscoprendo l'uso nella nostra dieta, data la ricchezza di proteine e di fibre. Sono infatti secondo la tradizione di un'epoca povera che non poteva consentirsi lo zucchero e che affidava al miele il compito di addolcire le vivande. Il tocco speciale, era invece garantito dalla presa di pepe, non solo per l'evidente accentuazione del sapore, ma, e soprattutto, perche', essendo questa spezia costosissima, aggiungeva preziosita' ed opulenza ad un dolce preparato per una ricorrenza importante.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv