Benvenuto!
Pubblicità

Arancia di Trebisacce

Categoria :

Ortofrutticolo fresco

Espressioni dialettali:

Bionda di Trebisacce

Ingredienti:

Arancia

Peculiarita':

Il colore della buccia e' arancio chiaro, la superficie finemente papillata, la forma del frutto e' ovoidale, il peso medio 180 gr. e le dimensioni medie sono di 70x78 mm. La base e' arrotondata con lobo pedicellare, il peduncolomedio con forte attacco, navel assente, la buccia e' medio sottile, la polpa giallo - arancio uniforme con tessitura media. L'epoca di maturazione della cultivar non e' strettamente identificabile, vista la persistenza del frutto sulla pianta.

Zona/e di produzione:

Trebisacce, in provincia di Cosenza

Metodologie:

Per consentire la produzione delle arance di Trebisacce e la successiva conservazione sulla pianta, si deve verificare la simultaneita' di condizioni climatiche (clima temperato) e di Peculiarita': del terreno. La stabilita' del clima e delle temperature e' in questo caso assicurata dalla vicinanza del mare. Le Peculiarita': ottimali del terreno per la coltivazione dell'arancia sono: dotazione di argilla mai superiore al 18%, buona dotazione di scheletro e pH compreso tra 6 e 7. La disposizione delle piante in un frutteto e' quella a rettangolo, con distanza di 2.5 metri sulla fila e 4.5 tra le file. I portinnesti utilizzati sono generalmente l'arancio amaro ("Citrus spp.") e il "Poncirus Trifoliata". Il sistema di irrigazione permanente e' quello a scorrimento, le conche nell'agrumeto sono profonde almeno 20 cm e sono dotate di un rialzo al colletto per evitare che si manifestino marciume alle radici o al caule. Non viene mai effettuato il diserbo chimico. Generalmente per la protezione del vento si usano frangiventi di specie perenni. Le concimazioni sono generalmente organiche e vengono commisurate alle disponibilita' di acqua irrigua.

Testimonianze:

La localizzazionedella coltivazione dell'arancio nel territorio di Trebisacce si perde nel corso della storia. L'elaborazione della tecnica produttiva che ha consentito l'ottenimento della tardivita' di maturazione e di coltivazione sulla pianta, sono state consolidate nel XIX secolo. Bisogna dunque osservare che l'abitudine di non raccogliere i frutti, lasciandoli sulla pianta, utilizzando fattori tecnici come la fertilizzazione e l'irrigazione, in modo da governare il metabolismo vegetale e consentire la conservazione in modo ottimale, era in passato molto piu' diffusa. Trebisacce rappresenta percio' una evidente testimonianza di cio' che avveniva in una vasta zona geografica a clima temperato; un uso praticamente scomparso con l'utilizzazione delle celle di conservazione specializzate per gli agrumi, in cui i fattori di conservazione principali sono il freddo e l'atmosfera controllata.

MOSTRE E SAGRE

 Nel mese di Maggio a Trebisacce si celebra la sagra delle arance.

Commenti:

L'arancia di Trebisacce, ecotipo della cultivar "Biondo calabrese", e' una varieta' a maturazione tardiva che grazie alle condizioni climatiche e pedologiche della zona di coltivazione ed alla particolare tecnica di allevamento e coltivazione, ha una lunga persistenza del frutto sulla pianta. La principale particolarita' consiste, pertanto, nel consentire una conservazione del frutto in condizioni ideali sulla stessa pianta fino al momento della raccolta, che avviene nella tarda primavera e durante l'estate. L'arancia di Trebisacce mostra inoltre una buona resistenza al trasporto ed alla manipolazione.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv