Benvenuto!
Pubblicità

Pasticella

Categoria :

Pasticceria

Ingredienti:

Castagne, cannella, chiodi di garofano, noce moscata, caffe', zucchero, anice, succo di limone e mandarino, uova, vino.

Peculiarita':

Le pasticelle sono dolci farciti e fritti a forma rotondeggiante di diametro di circa 10 cm. Il bordo delle pasticelle e' irregolare e puo' avere diverse forme dettate dalla fantasia. Il sapore ed il gusto sono fortemente caratterizzati dalla presenza di purea di castagne che viene utilizzata per la farcitura di questi dolci.

Zona/e di produzione:

Acerno.

Metodologie:

Attualmente all'elementare impasto del passato, vengono aggiunte uova, vino e zucchero. Esistono personalissime varianti a base di spezie varie come la cannella, i chiodi di garofano, la noce moscata oppure la farina di mais. La farcitura si prepara con la purea di castagne precedentemente bollite a cui sia stata tolta la pellicina e passate al setaccio; ad essa si aggiunge caffe' caldo arricchito di cioccolato fondente, zucchero, anice, succo di limone e mandarino. Con questo impasto si farcisce la sfoglia tagliata in tanti rombi che, una volta chiusi, vengono fritti in olio bollente.

Commenti:

La castagnicoltura rappresenta per l'area di Acerno (provincia di Salerno) un'attivita' produttiva essenziale per le aziende agricole montane. In molti casi, attualmente, viene considerata un'integrazione del reddito per molti imprenditori agricoli, ma cio' nulla toglie all'enorme importanza che essa riveste per il legame che ancora crea tra le risorse umane e la terra. Tale legame e' espresso e ribadito anche dalla varieta' di dolci tradizionali a base di farina di castagne come e' appunto la pasticella. Il nome deriva dal fatto che anticamente la sfoglia che raccoglieva la farcitura di castagne era fatta con sola farina di grano, acqua, un po' di strutto e mosto cotto come dolcificante. Secondo un'antica tradizione scaramantica, la prima pasticella fritta viene buttata sul fuoco, "così le altre non si rompono".

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv