Benvenuto!
Pubblicità

Castagne secche di Zocca

Categoria :

Ortofrutticolo

Ingredienti:

Castagna 

Peculiarita':

Castagne della varieta' "Castanea sativa", di dimensioni medio grandi, dal colore bianco avorio. Raccolte manualmente ed essiccate per la produzione di pane e prodotti da forno a carattere integrale.

Zona/e di produzione:

Appennino emiliano

Metodologie:

Dopo la raccolta le castagne vengono poste sopra una rete rialzata, con fuoco di legna sottostante. Si lasciano così essiccare lentamente e dopo vengono separate, con molta attenzione, le sane dalle malate. Fa seguito la sbucciatura che un tempo era manuale, oggi meccanizzata che libera il frutto dal suo involucro interno, pellicina, ed esterno. Successivamente le castagne secche vengono impacchettate in sacchetti del peso minimo di 100 gr. fino ad un massimo di 1 kg.. Le castagne meno belle, quelle piu' piccole e spezzate vengono utilizzate per la produzione di farine di castagne.

La produzione avviene nell'Appennino modenese da nuclei di produttori agricoli che hanno introdotto, pur nel rispetto della tradizione, interessanti innovazioni colturali e di tecnologie produttive.

Testimonianze:

Acquisizione dati in corso

MOSTRE E SAGRE

Sagra della castagna a Zocca

Commenti:

L'Appennino emiliano, ricco di boschi, ha rappresentato, da sempre, una risorsa, fonte di cibo e di ambiente naturale per generazioni di silvicoltori. Tra i 400 e gli 800 metri quando le colture foraggiere, le viti e i frutteti lasciano l'assoluto predominio ad una vegetazione boschiva tra le piu' ricche d'Europa, ecco apparire i castagni, punta avanzata di un'economia forestale, molto apprezzata sul mercato. L'areale dell'Appennino emiliano, per le sue Peculiarita': pedoclimatiche, per la trasformazione dei luoghi, per le precipitazioni regolari e per la "civilta'" dei suoi abitanti, rispettosi dell'ambiente, e' particolarmente vocato alla selvicoltura e specialmente alla castanicoltura. La tradizione delle castagne secche di Zocca e' documentata dalla "sagra della castagna" che si tiene a Zocca l'ultima domenica di ottobre dove ai visitatori che arrivano da ogni parte della regione vengono offerte abbondanti razioni di vino rosso e caldarroste.

Le castagne secche vengono utilizzate per la preparazione di piatti tradizionali, per minestre, per la farcitura di arrosti, la produzione di farina, la panificazione e per la produzione di prodotti da forno integrali.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv