Benvenuto!
Pubblicità

Anolino

Categoria :

Pasta fresca

Espressioni dialettali:

Agnolino, anolin.

Ingredienti:

Farina, uova, carne di manzo, formaggio grana, noce moscato, mollica di pane in proporzioni variabili.

Peculiarita':

Pasta farcita con stracotto di manzo, di forma rotonda, simile ad un anello, di colore giallo paglierino.

Zona/e di produzione:

Parma e Piacenza.

Metodologie:

Si prepara una sfoglia impastando farina e uova. La si lavora con il mattarello fino a farne una sfoglia sottile. Si prepara un impasto di stracotto di carne bovina bollita nel vino e ridotta in purea, formaggio di grana, uova, noce moscata, mollica di pane. Si amalgama bene il tutto e si fanno tante piccole pallottoline che si appoggiano sui quadratini di pasta precedentemente tagliati. Si piega in due il lembo di pasta e si uniscono le estremita' fino a formare un piccolo anello.

Vengono prodotti a Parma e Piacenza durante tutto l'anno. Negli anolini di Parma viene messo del burro che non e' contemplato in quelli di Piacenza. Le quantita' prodotte sono Commenti:voli.

Vanno cotti nel brodo di carne, il ragu' e' una versione moderna. Nel Rinascimento li condivano con cacio, zucchero e cannella.

Commenti:

Si dice tra il serio ed il faceto, che l'anolino sia figlio del raviolo: "Al raviolo un figlio assai galante della sua bona sorte fu concesso. E' questo l'anolin, seguace amante e cortigiano dei capponi a lesso. In quanto alla persona ed al sembiante rassomiglia al padre istesso, e' tagliato a quel modo, ma di quello ha minor corpo, ed ha miglior cervello". C'e' chi sostiene che l'anolino verrebbe da "anulus" (anello) e chi lo farebbe derivare da "agnulinus", diminutivo di "agnus" e da cui deriverebbero il toscano "agnellotto", il romano agnolotto", il torinese "agnulat", il mantovano "agnolo", il sardo "angilatus". In comune con le altre paste ripiene ha almeno tre componenti che sono: il formaggio grana, le uova e la noce moscata.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv