Benvenuto!
Pubblicità

Brodo di giuggiole

Categoria :

Conserve vegetali

Ingredienti:

Giuggiole, mele cotogne, uva.

Peculiarita':

Pianta arborea originaria della Cina appartenente al genere delle Ramnacee- Ziziphus sativa. I frutti sono delle piccole drupe dette giuggiole, dalle dimensioni di un'oliva e di forma oblunga, di colore rosso ruggine a completa maturazione, dalla buccia sottile, che racchiude un nocciolo assai duro, la polpa e' bianca di consistenza farinosa e stopposa.

Zona/e di produzione:

Territorio limitrofo del lago di Garda

Metodologie:

Le giuggiole vengono cotte in acqua unitamente alle mele cotogne, all'uva , alla scorza di limone. Si lascia bollire fino ad ottenere uno sciroppo ne' troppo liquido ne' troppo denso. Si chiude in barattoli ermeticamente e si conserva al buio in luogo fresco.

Testimonianze:

"Andare al brodo di giuggiole" e' un modo per dire che da una cosa o situazione abbiamo il massimo del piacere. Il brodo di giuggiole nasce sul lago di Garda nella residenza estiva dei Gonzaga, il "Serraglio". Esso veniva tradizionalmente prodotto per accompagnare le torte e i biscotti secchi che venivano inzuppati nel liquido, oppure per il suo gusto particolare centellinato in bicchieri come liquore. La pianta del Giuggiolo e' tipica del lago di Garda e di Maderno in particolare. La preparazione e' giunta fino ai nostri giorni senza subire sostanziali modifiche.

Commenti:

All'origine anche Mantova era interessata alla produzione; oggi l'area si e' ristretta al lago di Garda, come gia' accennato, e a Maderno in particolare. Il calendario di produzione e' dalla fine dell'estate all'inizio dell'autunno. Un paio di produttori ne commercializzano una decina di quintali.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv