Benvenuto!
Pubblicità

Robiola del Bec

Categoria :

Lattiero - caseario

Ingredienti:

Latte caprino

Peculiarita':

Caglio: liquido, raramente in pasta, di vitello

Crosta: pelle inesistente quando il formaggio e' fresco, rugosa, colante, di colore marroncino o bianco- paglierino con la stagionatura

Pasta: di colore bianco- avorio o bianco gesso, compatta, friabile, tenera, spalmabile

Facce: piane, con un diametro di 12-16 cm

Peso: 300-600 gr

Zona/e di produzione:

Tutta l'area di produzione della Robiola di Roccaverano e tutto l'Acquese

Metodologie:

Il nome deriva dal fatto che questa particolare robiola viene prodotta solo nei mesi di Ottobre e novembre, quando le capre vanno in amore e vengono montate dal caprone(bec o buc o becco in dialetto piemontese). Il latte e' molto grasso e da origine a formaggette particolarmente ricche. Si lascia acidificare il latte della sera e lo si aggiunge al latte della mungitura mattutina raggiungendo i 18 gradi complessivi. Si aggiunge poco caglio e si lascia che la coagulazione acida o lattica proceda lentamente per almeno 24 ore. La cagliata viene poi travasata delicatamente negli appositi stampi , dove rimane per una giornata. Nel caso della robiola del Bec si procede a successive colmature man mano che il formaggio sgronda per raggiungere una maggiore altezza. Una volta spurgato del siero si aggiunge sale fine e si pone poi in un ambiente adatto a completare la maturazione. Dopo tre giorni il formaggio e' pronto per il consumo.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv