Benvenuto!
Pubblicità

Pappasinas

Categoria :

Prodotto da forno

Espressioni dialettali:

Pappasinas de binocottu, Pabassinas.

Ingredienti:

500 gr. di mandorle spellate tritate, 500 gr. di uva passa, 100 gr. di noci tritate, mezzo litro di succo di mosto, zucchero a velo, confettini di zucchero.

Peculiarita':

Dolce composto di frutta secca e sapa (mosto d'uva cotto) ed arricchito con altri ingredienti, di colore marrone scuro, intensamente fragrante, a forma romboidale che misura approssimativamente 5 cm x 1 cm.

Zona/e di produzione:

Tutta la Regione.

Metodologie:

In un grande recipiente, mescolare insieme 500 gr di mandorle tritate, 100 gr di noci tritate e 500 gr di uva passa con mezzo litro di mosto di uva. Porre il composto in una pentola a fuoco basso e farlo addensare lentamente mescolando continuamente. Quando il tutto sara' ben amalgamato, versarlo sopra una superficie liscia, ingrassata, e lasciarlo raffreddare. Lasciare asciugare l'impasto coperto con un telo per diversi giorni. Poi tagliare a rombi, immergerli in una calda glassa e decorare con traggera (cofettini).

Testimonianze:

Nella tradizione dolciaria piu' arcaica, uno degli ingredienti piu' diffusi e' la frutta essiccata, scelta sia perche' e' un prodotto tipico che per l'intensita' del sapore. Tra questi il piu' comune e' l'uvetta, in questo caso la sultanina, piccola, dorata e senza semi. Il nome di questa specialita' feriva dalla parola "papassa" che significa proprio "uva passa", in dialetto sardo e "sapa" che significa mosto concentrato di uva. La sapa, o sappa (in questo caso di uva Nuraghe) puo' essere considerata l'edulcorante principale dei dolci dell'antichita' romana.

Commenti:

Si trovano diverse varianti di questa specialita', nel Logodoro si aggiungono uova, farina, strutto e zucchero. Si trova questo dolce anche a forma rettangolare e rotonda, oppure di pasta brise'e ripieno dello stesso composto di frutta secca.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv