Benvenuto!
Pubblicità

Tonno sott'aceto

Categoria :

Prodotto ittico

Ingredienti:

Tono, aceto, sale, pepe, alloro, zenzero.

Peculiarita':

Ventre di tonno sott'aceto. I pezzi di ventre, sistemati nei barattoli di vetro, sono ricoperti di liquido chiaro

Zona/e di produzione:

Tutta la Regione.

Metodologie:

Il tonno, tagliato a fette dello spessore circa di un centimetro, viene salato e pepato. Si mette in una terrina aggiungendo alloro e zenzero e si lascia marinare per una giornata. Il giorno successivo si ricopre d'aceto aggiungendo foglie di alloro e zenzero e facendo bollire adagio per 3-4 minuti. Si lascia raffreddare. I tranci di tonno vengono sistemati nei vasi aggiungendovi scorzette di limone. Si ricopre con aceto fresco. Si chiude, si fa bollire a bagnomaria per alcuni minuti e si ripone in luogo fresco. Va consumato dopo breve tempo.

Commenti:

Nell'area mediterranea sono molti i modi di conservare il tonno: tra questi c'e' la versione all'aceto, indicata per la preparazione di stuzzicanti antipasti. Il tonno richiede tempi di cottura piu' bassi ed una salatura meno intensa e prolungata, per questo si presta bene per le preparazioni casalinghe. Infatti, questa e' una conserva che viene espressa unicamente dalla dimensione familiare dei pescatori, depositari in alcuni casi di ricette per la conservazione del pesce davvero straordinarie. Fanno anche dei distinguo tra un sistema di pesca e l'altro: ritengono infatti migliore il tonno pescato in tonnare nella mattanza, perche' il pesce arpionato muore per dissanguamento, mentre quello catturato in alto mare o quello pescato con la rete e con la lenza non si dissangua e percio' le carni che ne risultano sono meno idonee per la conservazione. Infatti le carni rosso scure stanno ad indicare che il pesce e' stato preso con la rete e non arpionato.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv