Benvenuto!
Pubblicità

Agnello di Zeri 

Categoria :

Carni trasformate 

Espressioni dialettali:

Agnello zerasco 

Ingredienti:

Carne 

Peculiarita':

La pecora zerasca e' una razza ovina autoctona della Lunigiana. La sua carne e' molto tenera, dolce al palato ma non sfuggente, lascia in bocca una " presa " molto evidente; e' profumata, possiede una fragranza molto marcata e non ha sentore di selvatico. E' una pecora molto rustica, di taglio medio con testa proporzionata e profilo rettilineo o leggermente marcato; le corna, sempre presenti nei maschi, compaiono anche nelle femmine. 

Zona/e di produzione:

Tutta la Lunigiana, ma in particolare il comune di Zeri. 

Metodologie:

Le pecore sono allevate quasi tutto l'anno al pascolo e durante la stagione invernale vengono alimentate nell'ovile con il fieno prodotto dai pascoli stessi. La zerasca produce un tipo di latte particolarmente ricco di proteine (molto piu' delle altre razze ovine), del quale l'agnello si nutre, insieme alle tenere erbe che trova pascolando seguendo la madre. Il disciplinare adotattato dagli allevatori, che regola la produzione dell'agnello di Zeri destinato alla macellazione, tiene conto delle Peculiarita': naturali del territorio: l'agnello di Zeri e' prodotto da pecore di razza zerasca allevate allo stato semibrado senza alcuna integrazione alimentare esterna. Le aziende agricole sono a conduzione familiare e le greggi sono composte in media da circa 100 capi: si va da un minimo di 50 capi fino a un massimo di 250 capi. 

Commenti:

La " Zerasca " e' la razza ovina autoctona del territorio di Zeri: la sua formazione e' stata favorita dall' isolamento geografico della zona, tanto che le prime notizie sulla sua presenza risalgono al 1845, quando l'agronomo Antonelli segnala la presenza a Zeri di un'ottima razza ovina rinomata per la produzione di agnelli destinati alla macellazione. Oggi esistono circa 3 mila capi di pecora zerasca, un numero che pone questa razza tra quelle a rischio di estinzione. La grande qualita' delle carni deriva sia dalla particolarita' della razza, che sa utilizzare appieno le risorse del territorio, sia dal grande pregio di queste risorse: prati, pascoli e cespugli crescono in un ambiente incontaminato rendendo disponibili specie foraggere fresche, di grande appetibilita' e di valore nutritivo elevato. Gli agnelli a 60-65 giorni di vita raggiungono un peso medio di 20 Kg. Dopo la vendita dell'agnello il latte delle pecore viene utilizzato anche per la produzione di formaggio.
Puo' essere consumato in umido, alla brace, al forno con patate o fritto, con vini rossi locali. 

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv