Benvenuto!
Pubblicità

Brutti boni di Prato

Categoria :

Prodotto da forno

Ingredienti:

Farina, mandorle tritate, uova, zucchero

Peculiarita':

Hanno forma tondeggiante con diametro di 3-5 cm. e sono duri di consistenza. Sono di colore bruno, hanno sapore e odore di mandorle.

Zona/e di produzione:

Provincia di Prato.

Metodologie:

Gli ingredienti impiegati nella preparazione dei "brutti-boni" sono: farina, mandorle tritate, uova, zucchero. Dopo aver impastato gli ingredienti si formano delle palline di amalgama, si dispongono nelle teglie e si infornano. I dolci sono cotti quando diventano "brutti", cioe' quando la loro superficie, spaccandosi, diventa rugosa. Si producono tutto l'anno.

Testimonianze:

Le origini di questi biscotti sono piemontesi, e risalgono a quando i pasticceri sabaudi scesero a Firenze allora capitale. La tradizione poi e' rimasta maggiormente legata alla citta' di Prato.

Commenti:

Un tempo per la preparazione dei "brutti-boni al posto delle mandorle si utilizzava il nocciolo delle pesche e delle susine. Si consumano con vin santo e insieme ad altri dolci: si dice che nessuno compri solo "brutti-boni" e anche in passato venivano sempre venduti insieme ai biscotti di prato.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv