Benvenuto!
Pubblicità

Ricciarelli di Siena, ricciarelli di Pomarance e di Massa Marittima

Categoria :

Prodotto da forno

Espressioni dialettali:

Marzapanetti alla senese, Morselletti

Ingredienti:

Zucchero a velo, mandorle, albume, il miele, polvere lievitante e aromi.

Peculiarita':

I ricciarelli sono dei dolcetti di forma ovale-allungata abbastanza regolare; il sapore e l'odore sono tipici della pasta di mandorle, molto dolce. Sono molto morbidi e spugnosi, di colore bianco per la presenza di zucchero vanigliato spolverato sopra. Presentano una superficie screpolata, rugosa.
Esiste anche una variante ricoperta di cioccolato, detta ricciarelli al cioccolato o ricciarelli "rozzi".
Prodotto tipico della provincia di Siena, ma la tradizione dei ricciarelli si e' spostata poi anche nel pisano (a Pomarance la loro produzione accompagna tutte le festivita') e nel grossetano.

Zona/e di produzione:

Provincia di Siena e, con leggere varianti, nel comune di Pomarance (PI) e di Massa Marittima (GR).

Metodologie:

Dopo aver macinato le mandorle si amalgamano con l'albume, il miele lo zucchero, la polvere lievitante e gli aromi. Dopo aver ben amalgamato l'impasto si creano i ricciarelli con appositi stampi. Si mettono nelle teglie, si spolverano in superficie con zucchero a velo e si fanno cuocere in forno a 180 per 25 minuti.
I ricciarelli al cioccolato o ricciarelli rozzi vengono ricoperti con cioccolato fondente.

Testimonianze:

La ricetta dei Ricciarelli e' presente nel famoso libro di cucina dell'Artusi "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene".

Commenti:

Il prodotto deve la sua tradizionalita' sia alla metodica di lavorazione, rimasta invariata grazie alla particolare manualita' di persone che hanno acquisito esperienza nel tempo, sia alla particolarita' del gusto tipico della pasta di mandorle, sia alla particolarita' della forma. Anche la confezione risulta tipica in quanto vengono incartati con una carta azzurra nella quale sono rappresentati due cavalli etruschi che hanno un particolare significato storico. La ricetta dei ricciarelli ha sicuramente origini orientali. La leggenda narra che fu un senese, tale Ricciardetto Della Gherardesca, ad introdurre questi dolci orientali nella zona, al suo ritorno nel suo castello vicino a Volterra, dalle crociate in Oriente. Ricordava di averli visti arricciati come le "babbucce" dei Sultani.
I ricciarelli al cioccolato in un primo tempo furono chiamati "ricciarelli rozzi" per il loro aspetto un po' irregolare, poi furono chiamati "ricciarelli dei rozzi" perche' gli Accademici dei rozzi ne erano ghiotti.
Si consumano con vini da dessert, soprattutto con Vin Santo toscano.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv