Benvenuto!
Pubblicità

Sfratto di Pitigliano

Categoria :

Prodotto da forno

Ingredienti:

Miele, noci, noce moscata, uova, zucchero, farina, vino dolce e olio di oliva.

Peculiarita':

Lo sfratto di Pitigliano ha una forma allungata, a bastone. E' come un salamone lungo 30 cm e del diametro di 7 cm. Di solito viene consumato dopo aver tagliato il "bastone" in tante piccole fette della lunghezza di circa 3-4 cm. L'involucro e' costituito da una sfoglia di pasta sottilissima, il ripieno e' costituto da un impasto di miele e noci speziati e cotti. Il colore esterno e' giallognolo, l'interno assume un colore ambra brunito. Il sapore e' dolce ed ha un profumo intenso.

Zona/e di produzione:

Comune di Pitigliano.

Metodologie:

Per la preparazione dell'impasto si pone un quantitativo di miele a cuocere avendo cura di maneggiarlo con l'ausilio di un mestolo; dopo mezz'ora di cottura vengono aggiunte delle noci preventivamenente tritate. Si aggiungono poi la buccia d'arancio a pezzettini e la noce moscata grattugiata, maneggiando con cura la massa per un tempo necessario a realizzare un perfetto amalgama. Successivamente si toglie l'impasto dal fuoco e lo si lascia raffreddare fino a consentirne, senza rischio di rottura, la manipolazione. La sfoglia che costituisce l'involucro e' fatta con uova, zucchero, farina, vino dolce e olio di oliva. La sfoglia preparata viene tagliata in striscie della lunghezza desiderata e della larghezza sufficiente a raccogliere il ripieno. Su ogni striscia, per tutta la sua lunghezza, viene adagiato l'impasto a forma di cordone lasciando dalle parti lo spazio sufficiente a chiudere il tutto. La superficie viene indorata con tuorlo d'uova. La cottura avviene in forno in tempi variabili dai 20 ai 25 minuti, alla temperatura di 180. Dopo la cottura gli sfratti devono raffreddarsi per consentirne il taglio in fette.

Commenti:

Il suo nome prende origine dalla particolare forma che ricorda il bastone utilizzato dai propietari per sancire lo sfratto degli affittuari morosi o inadempienti.
E' un tipico dolce della tradizione natalizia, diffuso solo in Maremma.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv