Benvenuto!
Pubblicità

Lasagne bastarde della lunigiana

Categoria :

Pasta fresca

Espressioni dialettali:

Lasagne matte

Ingredienti:

Farina di grano e di castagne, acqua, sale, formaggio stagionato.

Peculiarita':

La pasta per le lasagne bastarde si ottiene mescolando, in percentuali diverse, farina di castagne e di grano tenero.
La forma della pasta e' a losanghe o quadrati di circa 8 cm di lato, ha un colore scuro ed un sapore dolciastro, con odore di castagna.

Zona/e di produzione:

Lunigiana

Metodologie:

Si impastano le due farine di grano e di castagne con acqua e sale. Si tira una sfoglia dello spessore di circa 5 millimetri e si taglia a losanghe o a quadrati. Il prodotto così ottenuto puo' essere consumato fresco oppure essiccato e confezionato per la vendita.
La pasta viene cotta e condita a strati. Le lasagne così ottenute vengono poi spolverate con formaggio bovino stagionato e grattugiato; il tutto viene messo in forno per la cottura.
La percentuale della farina di castagne puo' variare moltissimo a seconda delle zone e della necessita' di conservare la pasta: si va da un 25% fino al 50-60%. Con l'affermarsi di un mercato locale di questo prodotto, proprio per esigenze commerciali e di presentazione, la percentuale di farina di castagne si e' attestata intorno al 25-30%, mentre nei ristoranti e nella cucina casalinga la percentuale utilizzata e' maggiore.

Commenti:

Le lasagne bastarde devono la loro tipicita' alla particolarita' degli ingredienti che vengono combinati fra loro, molti dei quali sono di origine locale. Queste lasagne sono il risultato degli scambi che nei secoli sono sempre avvenuti in Lunigiana fra le zone di fondovalle, produttrici di grano, e quelle di montagna, produttrici di castagne.
La farina di castagne conferisce un aspetto piu' scuro ed un gusto piu' dolciastro rispetto alle lasagne normali. Si consumano per tradizione condite con un sugo fatto con lardo, porri e pomodoro.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv