Benvenuto!
Pubblicità

Funghi sotto sale della costa apuana

Categoria :

Vegetale trasformato

Ingredienti:

Funghi

Peculiarita':

I funghi sotto sale della Costa Apuana sono funghi che vengono conservati in salamoia perche' mal si prestano all'essiccamento. Le specie utilizzate sono gastronomicamente classificate come non eccellenti, ma la modalita' di conservazione le rende appetibili e saporite.
Le specie maggiormente utilizzate sono le Rosselle (Lactarius deliciosus, L. sanguifluus e semisanguifluus, ecc); i Pinarelli o funghi di pino (Suillus granulatus, S. collinitus, S.bellinii -"Sangiovannin"- e altri); le famigliole o "chiudin" o "angiulin" (Armillariella mellea), fungo di ciocca tipicamente parassita di piante legnose.

Zona/e di produzione:

In particolare nei Comuni di Montignoso e Massa-Carrara ma in generale in tutta la zona montana e di pianura della provincia.

Metodologie:

I funghi vengono puliti dai detriti vegetali e minerali (ai pinetini viene asportata la pellicola viscida) e vengono privati del gambo; quindi dopo essere stati lavati, vengono scottati in acqua bollente acidulata con aceto di vino per 5 minuti. Vengono scolati, fatti asciugare e quindi posti a strati in recipienti di vetro o di terracotta alternandoli con uno straterello di sale grosso. Si possono aggiungere, per aromatizzare, bacche di ginepro, santoreggia, aglio, peperoncino, pepe, foglie di alloro sminuzzate. Si dispongono in vasetti ben pressati, si versa l'olio e si chiudono.
La conserva puo' essere consumata anche a primavera inoltrata: al momento del consumo i funghi vengono separati dal sale, quindi si passano molto velocemente in acqua tiepida e infine vengono cucinati in vari modi (tipicamente le rosselle e i chiodini in umido, i pinarelli fritti, passati nella farina di mais).

Commenti:

Sono un prodotto tradizionale, fatto da tempi immemorabili, data la vicinanza del mare da cui veniva estratto facilmente il sale.
La particolarita' del prodotto e' data anche dagli aromi utilizzati nella conservazione che sono tipici delle zona montane e di pianura della provincia di Massa Carrara. Sono ottimi come antipasto.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv