Benvenuto!
Pubblicità

Strudel

Categoria :

Prodotto da forno

Ingredienti:

Pasta: 350 gr. di farina bianca per dolci, gr 50 di burro, 1 uovo, sale e zucchero. Ripieno: 1 kg di mele (preferibilmente renette), 120 gr di burro, 75 kg di zucchero, 50 gr di uvetta sultanina, 25 gr di pinoli, pangrattato, cannella, zucchero a velo , limone.

Peculiarita':

Dolce dalla forma oblunga ripieno di miele. Pasta dorata e sottile con fragrante ripieno di mele. La lunghezza e la larghezza variano di molto, un formato medio misura circa cm 30 x10.

Zona/e di produzione:

Tutta la Regione

Metodologie:

 Si dispone a fontana la farina, con il sale e lo zucchero, si aggiunge l'uovo, il burro ammorbidito e un po' di acqua tiepida. Si lavora l'impasto energicamente fino ad ottenere fino a che non si raggiunga una consistenza elastica. Si copre con un panno umido, poi con una zuppiera rovesciata, e si lascia riposare in un luogo tiepido per circa 15 minuti. Nel frattempo, si tagliano le mele a spicchi sottili e si mescolano con l'uvetta ammorbidita, i pinoli, la scorza di limone, lo zucchero e la cannella. Si mette la pasta su una tovaglia leggermente infarinata e si stende fino a raggiungere uno spessore di1/2 centimetro, si spennella di burro fuso riducendo lo spessore della pasta il piu' possibile, in modo uniforme. Si rosola il pangrattato nel burro rimasto, poi si copre la pasta con un miscuglio; poi si aggiunge il ripieno lasciando i bordi liberi. Con l'aiuto della tovaglia si arrotola la pasta su se stessa, avendo cura di chiudere le estremita' per non fare uscire il ripieno. Si pone delicatamente il tutto in una teglia imburrata facendolo scivolare via dal panno. Le estremita' possono essere leggermente incurvate. Si copre con il burro fuso rimanente e si cuoce al forno ad una temperatura di 190ç per circa un'ora e mezza. Si serve freddo, dopo averlo spolverato abbondantemente di zucchero a velo.

MOSTRE E SAGRE

 A Trento, dal 19 al 22 settembre, si celebra il Festival dello Strudel e del Moscato.

Commenti:

La parola strudel e' di origine tedesca e significa vortice. Pare che questa ricetta i sia diffusa con le differenti migrazioni degli ebrei dell'est. Questa specialita', preparata con la caratteristica pasta sottile come carta, chiaramente di origine austriaca, puo' essere trovata nelle regioni del nord con variazioni locali come panna , marmellata, mhon (semi di papavero pestati con zucchero e limone) e altri ripieni

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv