Benvenuto!
Pubblicità

Persecche

Categoria :

Vegetale trasformato

Ingredienti:

Mele, pere, prugne, cachi in quantita' variabili.

Peculiarita':

 Frutta fresca tagliata a fette ed essiccata. Le fette della frutta tagliate ed essiccate, che conservano un colore vivace, non imbrunito, sono racchiuse dentro grosse buste di cellophan. Peso, forma e colore variano a seconda del frutto utilizzato

Zona/e di produzione:

Nave S. Rocco, in provincia di Trento.

Metodologie:

La frutta viene tagliata a fette e sistemata su graticci metallici e fatta essiccare a 30C. senza nulla aggiungere. Dopo l'essiccazione viene confezionata in sacchetti da 125, 250 e 1000 gr.

Testimonianze:

E' il sistema tipico di tutto il Trentino Alto Adige, notoriamente grosso produttore di mele, pere e susine. La tradizione delle persecche, rimasta in oblio per molti anni, e' stata ripresa nel dal 1981. Un tempo veniva adoperata come moneta di scambio. La frutta tagliata a fette veniva infilata con ago e filo e sospesa ad asciugare vicino ad una fonte di calore. I frutti piu' adoperati erano le mele, le pere e le pesche. Quest'ultime hanno lasciato il posto oggi a susine e cachi. Una poetica versione sull'uso di questa conserva ci informa che veniva data, come premio, ai bambini quando erano buoni.

Commenti:

Viene prodotta a Nave S. Rocco, in provincia di Trento, da settembre a gennaio. I quintali sono circa una trentina prodotti da una sola azienda. Parte della produzione viene macinata e con il prodotto ottenuto vengono confezionate delle tavolette che, messe a due a due e impacchettate, vengono commercializzate. Sono merendine ad alto valore biologico utilizzate anche dagli alpinisti che hanno scalato il Broad Peak nell'Himalaya. L'azienda produttrice adopera solo frutta proveniente da aziende che non usano concimi, diserbanti ed antiparassitari di sintesi.

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv