Benvenuto!
Pubblicità

Strangozzi

Categoria :

Paste fresche

Espressioni dialettali:

Stringozzi

Ingredienti:

Ingredienti: farina di grano tenero, acqua.

Peculiarita':

Pasta lunga a sezione quadrata o rettangolare.

Zona/e di produzione:

Comune di Foligno, Comune di Spoleto.

Metodologie:

Variante: farina di grano tenero (2/3), semola di grano duro (1/3), acqua.

Lavorazione a mano: gli ingredienti vengono lavorati a mano su spianatoia di legno; una volta ottenuto un impasto omogeneo, con il rasagnolo viene tirata la sfoglia dello spessore di circa 2 mm.; la sfoglia ottenuta viene tagliata a strisce larghe circa 3-4 mm. e lunghe circa 20/30 cm. al massimo. Lavorazione a macchina: gli ingredienti vengono lavorati nell'impastatrice, dalla quale viene estrusa una sfoglia dello spessore di circa 3 mm.. La sfoglia ottenuta viene poi resa omogenea da un rullo compressore e passata sulla taglierina, dove viene tagliata in strisce larghe circa 3-4 mm. e lunghe circa 20/30 cm. al massimo.

Conservazione: il prodotto fresco va conservato al massimo 2/3 giorni a temperatura di circa 4C, su vassoi di plastica per alimenti.

Commenti:

Cenni storici

"Strangozzi, o strozzapreti o strangolapreti: Infatti, durante il dominio dello Stato Pontificio, in Umbria, gli anticlericali si appostavano in punti strategici per aspettare il passaggio di qualche prete. Al loro arrivo i malavitosi si toglievano le stringhe (da qui il nome di stringozzo, strongozzo,e successivamente, di strangozzo, e con esse li assalivano e strangolavano.

Gli strangozzi, vanno preparati con pasta senza uova (farina e acqua), fatta in casa, e spremuti in gnocchetti sopra una superficie scanalata o scabra".

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv