Benvenuto!
Pubblicità

Bovolo

Categoria :

Prodotto da forno

Ingredienti:

farina di grano tenero, acqua, sale.

Coadiuvanti tecnologici: lievito naturale e di birra.

Zona/e di produzione:

Tutto il Veneto

Metodologie:

La farina viene impastata a lungo con il lievito e l'acqua tiepida nell'impastatrice. Quando l'impasto ha raggiunto una giusta consistenza si divide in grossi pezzi che si lasciano lievitare a lungo in appositi contenitori. Successivamente si reimpastano e si formano tante pagnottelle del peso di 150 gr. a cui viene data la forma di chiocciola. Pane oblungo con le due estremita' circolari. Si inforna e si cuoce.

Commenti:

Il nome deriva dalla forma di chiocciole - lumache - che in dialetto veneto si chiamano bovoli. La caratteristica della pasta dura e' quella di avere una bassa percentuale di umidita', quindi impastare la farina diventa cosa molto faticosa, tant'e' che in passato, prima dell'impastatrice elettrica, si utilizzava una macchina di legno girata a mano. Dove anche la macchina era un lusso, nelle case contadine piu' povere e in quelle operaie, la farina si impastava con i piedi utilizzando un paio di zoccoli fatti apposta per questa operazione. Si segnala che anticamente anche a Roma c'era un panino che assomigliava al bovolo chiamato "ciumachella".

Home
Back
Print
Send
Adv
Adv