Benvenuto!
Adv
 
Alaccia
Nome scientifico: Sardinella aurita
Ord. CLUPEIFORMI
Fam. Clupeidae
Gen. Sardinella
 
Ha corpo fusiforme, allungato, compresso nella parte ventrale, ricoperto di squame cicloidi caduche (sulla linea laterale 43-51), hanno una carena ventrale seghettata formata da squame trasformate in scudetti affilati e appuntiti e sovrapposti, che lasciano sporgere l'estremità posteriore acuminata e tagliente.
La testa è un poco più lunga del'altezza massima del corpo e ha bocca ampia, terminale, con la mascella inferiore lievemente prominente. Non esistono denti sulle mascelle, mentre se ne trovano sui palatini, sottili e raggruppati. L'opercolo ampio è liscio, senza strie raggiate. Gli archi branchiali portano un fitto pettine di branchiospine, sottili e allungate in misura maggiore dei filamenti branchiali. L'occhio, grande, è ricoperto da una palpebra adiposa abbastanza sviluppata.
La pinna dorsale, breve ed unica, ha i primi 3 raggi singoli, è spostata in avanti e il centro della sua base è all'incirca equidistante tra l'estremità anteriore del muso e l'inizio della codale. L'anale ha i suoi primi tre raggi singoli e gli ultimi due prolungati e la codale porta su ogni lato della parte basale, due grosse squame lanceolate, trasparenti e convergenti verso la forca caudale. Le ventrali sono brevi e portano anch'esse all'attaccatura posteriore una piccola squama lanceolata su ogni fianco. Simili squamette si notano anche all'attaccatura posteriore della dorsale. Le pettorali sono brevi, falciformi e si inseriscono immediatamente sotto l'angolo inferoposteriore dell'opercolo. La linea laterale è poco visibile.
Il colore del dorso è azzurro; fianchi e ventre bianco argento. Tra l'azzurro del dorso e il bianco argento dei fianchi c'è una striscia dorata (svanisce dopo la morte). L'estremità del muso è nerastra e una macchia si nota anche all'angolo superoposteriore dell'opercolo; le guance sono argentee.. Intorno all'occhio vi è una tinta dorata, che si accentua e si scurisce dopo la morte. Le membrane delle pinne sono giallo pallido e i raggi grigiastri. Sui raggi più lunghi delle pettorali e nella membrana interadiale si nota una finissima punteggiatura nera. L'estremità della codale è nerastra. E' una specie pelagica e gregaria con acque che non scendono sotto i 18°. La riproduzione è nei mesi estivi. La durata della vita è intorno ai 6-7 anni. Si nutre di plancton in genere. Si cattura con reti di circuizione, da posta e con reti a strascico a mezz'acqua in grande quantità. Carne buona ma con molte spine. Nel Mediterraneo raggiunge la dimensione di 33 cm (mediamente 15-23cm).
Nei mari italiani  è abbondante in Sicilia, comune nello Jonio. Meno presente nell'Adriatico e nel Tirreno. Assente nell'Adriatico settentrionale.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv