Benvenuto!
Adv
 
Alalunga
Nome scientifico: Thunnus alalunga
Ord. PERCIFORMI
Fam. Thunnidae
Gen. Thunnus
 
Soggetto ancora a diverse nomenclature: Thunnus germo, Thunnus alalonga, Thunnus alalonga, Germo alalonga.
Ha corpo fusiforme, panciuto nell'adulto, ricoperto di squame piccole, il corsaletto, che ha squame più grandi, si estende fino a metà della lunghezza. La linea laterale, poco marcata, ha circa 210 squame. AI lati del peduncolo codale vi è una carena. La testa e l'occhio sono grandi. L'apertura dell'ampia bocca arriva all'altezza del centro dell'occhio, le mascelle (quasi uguali) sono dotate di una fila di dentini acuminati. Altri dentini si trovano sul vomere e sui palatini. Le pinne dorsali sono due e sono seguite da una serie di pinnule, simili a quelle che seguono la pinna anale. La codale è molto ampia, semilunare e a lobi molto stretti. Le pettorali, lunghissime, possono arrivare fino all'altezza della seconda pinnula e sono protette, nel margine superiore, da una carena poco evidente.
La colorazione dorsale è azzurro nero acciaio, quella ventrale biancastra. Una fascia iridescente con tonalità verdastre verso la coda divide la zona scura del dorso da quella chiara del ventre. Le pinnule dorsali e una o due dì quelle codali più grosse hanno una zona centrale giallo cromo. Le altre pinnule sono grigiastre. Il margine posteriore della codale è listato di bianco.
E' una specie pelagica, migratore veloce, sensibile alle temperature al disotto dei 14°. Si riproduce da metà luglio a metà settembre nell'area dello stretto di Messina. Uova e stadi larvali sono pelagici. Vivono fini a 7/8 anni.
Si nutre di pesci in genere, cefalopodi e crostacei planctonici.
Si cattura con reti da posta dì notte, con reti di circuizione e con lenze galleggianti o parangali. Raggiunge 1 metro di lunghezza e un peso medio di 7-8 kg. In At5lantico raggiunge i 30 kg
Nei mari italiani è comune in Sicilia. Raro nell'Adriatico.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv