Benvenuto!
Adv
 
Barracudina
Nome scientifico: Paralepis speciosus
Ord. MICTOFIFORMI
Fam. Paralepididae
Gen. Paralepis
 
Le uniche differenze sostanziali rilevabili tra la P. speciosa e la P. coregonoides consistono nella dentatura, che è più robusta e più sviluppata nella P. speciosa.
Le caratteristiche morfologiche sono simili al  Paralepis coregonoídes e si distingue per la dentatura. Alcuni denti più sviluppati si trovano su ogni lato, vicino l'apice del premascellare e uno o due altri più lunghi e robusti, su quello mandibolare.
Le pinne ventrali sono inserite in posizione appena un po' più avanzata al disotto di uno dei primi tre raggi della dorsale. Il numero delle vertebre è minore, in genere da 66 a 69, mentre nel P. coregonoides è sempre superiore a 70.
La colorazione è carnicino pallido con pigmento nero sul capo, sul dorso, nonché alla base della pinna codale, solo che nel tratto addominale spiccano 7/8 macchie nere.
E' una specie batipelagica, che compie notevoli migrazioni verticali.  A Messina si trova spiaggiata da novembre a marzo. I caratteri definitivi della specie si hanno con lo spostamento indietro dell'apertura anale, la formazione delle macchie preanali peritoneali e l'allungamento del muso.  Si nutre di organismi dello zooplancton. Si cattura nello stretto di Messina con retini planctonici. Specie esclusiva del Mediterraneo, dello Jonio meridionale e dell'Egeo. Nei mari italiani a Napoli, Messina, isole Lipari e Adriatico meridionale.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv