Benvenuto!
Adv
 
Bavosa pavone
Nome scientifico: Blennius pavo
Ord. PERCIFORMI
Fam. Blennidi
Gen. Blennius
 
Ha corpo allungato, compresso lateralmente, di più nella regione codale, con testa corta il cui profilo è quasi verticale. Gli occhi sono piccoli e posti nella parte superiore. Presente una piccolissima appendice nell'arcata sopraciliare. I maschi hanno una cresta adiposa sviluppata sulla testa, che si estende fino alla regione occipitale. La bocca, piccola e con labbra carnose, si apre nell'estremità inferiore. La mascella superiore ha 22-30 denti aghiformi, stretti e disposti in un'unica fila. La mandibola vi sono 16-22 denti uguali a quelli della mascella superiore, disposti in una sola fila. Alla fine delle due serie vi è un dente più grande, ricurvo e uncinato. Le aperture nasali sono poco visibili. La pelle è nuda e coperta di muco viscido e la linea laterale è scarsamente visibile.
L'unica pinna dorsale va dal capo al peduncolo codale e tra i raggi spinosi e i raggi molli vi è una sola piccola indentatura, l'altezza è quasi costante. La pinna anale è più corta della dorsale, l'apertura anale è parecchio spostata in avanti. Le pettorali e la codale sono ampie e arrotondate. Le ventrali, inserite in posizione giugulare sono sottili e ridotte
La colorazione vivace si basa su un fondo verdastro su cui si notano fasce verticali più scure, bordate da linee ciano chiaro nella parte anteriore del corpo. La parte posteriore è ricca di puntini celesti (la colorazione risente dell'ambiente in cui vive o dell'umore). Dietro l'occhio vi è un ocello nero bordato da una linea celeste e altri punti celesti sono sparsi sul muso e circondano l'occhio. L'ocello nelle femmine, a volte, è bordato di rosa. Nei maschi una fascia giallo-ocra sulla fronte si estende fino alla cresta adiposa.
E' una specie che frequenta fondali bassi di sabbia mista a fango, ma vicino a zone con scogli. Entra nelle lagune salmastre e si spinge anche nelle acque dolci. La riproduzione è nei mesi estivi e le uova, sferoidali, vengono deposte sotto i sassi e sulle valve di grossi lamellibranchi. E carnivora come le congeneri. Non è oggetto di pesca, ma abbocca facilmente alle lenze con ami molto piccoli. Raggiunge circa 10 cm di lunghezza massima.
E' specie mediterranea ed è molto comune su tutte le coste italiane. Comunissima nella laguna veneta.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv