Benvenuto!
Adv
 
Biscia di mare cieca
Nome scientifico: Sphaegebranchus cocus
Ord. ANGUILLIFORMI
Fam. Ophichthidae
Gen. Sphagebranchus
 
Ha corpo cilindrico esile, molto allungato con estremità codale conica terminante a punta.
Sulla pelle priva di squame e ricoperta di muco, la linea laterale è apparente esclusivamente nella parte anteriore del corpo e poco o niente visibile nella seconda metà.
Le aperture branchiali sono piccole, ovaliformi, situate in posizione ventrale e molto vicine tra loro. La testa, depressa superiormente, ha muso conico molto prominente e, vista dall'alto, ha forma di triangolo acuto. Le narici anteriori, tubulari, si aprono al disotto del muso, più vicine al suo apice che a quello della mandibola. Quelle posteriori sono situate sul bordo del labbro sotto agli occhi, che sono estremamente piccoli.
La bocca è stretta. La mandibola è corta. In ambedue le mascelle una sola fila di denti, piccoli e ricurvi indietro. Numerosi pori mucosi intorno alla bocca e sulla testa.
Pinna dorsale e anale rudimentali, pochissimo visibili, codale e pettorali completamente assenti.
Colorazione del dorso rossastro disseminato di fitte macchie nere tondeggianti, fianchi rosso-giallastri, ventre bianco grigiastro.
Vive in prossimità della costa in fondi molli, infossata nel fango. Nel Mediterraneo le uova si trovano nel plancton tra maggio e ottobre, ma sono molto rare. L'incubazione dura sette giorni e la prelarva che sguscia è relativamente grande. Si cattura occasionalmente con reti a strascico o draghe costiere e ami. Puo' raggiungere 60 cm di lunghezza.
Citata, raramente, per il golfo Ligure e nel mare di Napoli. Meno rara per la Sicilia e il golfo di Taranto. Rarissima in Adriatico.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv