Benvenuto!
Adv
 
Bocca d'oro
Nome scientifico: Argyrosomus regius
Ord. PERCIFORMI
Fam. Sciaenidae
Gen. Argyrosomus
 
Nel mediterraneo vi sono 4 specie, di cui solo tre sono presenti lungo le coste italiane.
Corpo allungato non molto compresso lateralmente e ricoperto di scaglie grosse sui fianchi e più piccole sulla testa.
La linea laterale segue il profilo del dorso e si stende anche sulla pinna codale e comprende da 50 a 55 scaglie. La testa è grossa, con bocca di scarsa apertura e quasi orizzontale. I denti cardiformi sono disposti a fasce.
L'occhio è di media grandezza. Le aperture nasali sono molto evidenti e quella posteriore (ovale) è situata innanzi al margine anteriore. dell'orbita. 
Le pinne dorsali sono due, distinte ma non separate. L'anale è breve e i suoi raggi spinosi sono esili e flessibili. La codale è spatolata e varia di forma con l'età, il lobo superiore è in genere più sporgente di quello inferiore. Le pettorali sono triangolari e all'incirca della stessa grandezza delle ventrali.
La vescica natatoria è grande e occupa la cavità ventrale, è notevole inoltre per la presenza di numerose appendici ramificate.

La colorazione è grigio plumbeo sul dorso e sul capo con riflessi bronzei e argentati sui fianchi. il ventre è bianco e le pinne grigie o brune. L'interno della bocca è giallo dorato.
Vive in acque poco profonde sulle coste sabbiose aperte e spesso in vicinanza di estuari o sbocchi di acque dolci dove entrano i giovani. Come altri scienidi ha la facoltà di emettere dei rumori dovuti alla vibrazione della vescica natatoria. Forse si riproduce nei mesi estivi.
Si nutre di sardine e altri clupeiformi, di saraghi, mormore, boghe e cefali, che ricerca alle imboccature delle acque dolci.
Si cattura con le reti a strascico o con robuste reti da posta del tipo bestinara. In alcune spiagge si pesca con canna da lancio e mulinello, con amo innescato con esca viva (boghe).
Puo' raggiungere i due metri di lunghezza e oltre 100 chili di peso.
Presente su tutte le coste italiane, ma poco comune ovunque. Più rara nell'Adriatico.

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv