Benvenuto!
Adv
 
Brotola apoda
Nome scientifico: Bellotia apoda
Ord. PERCIFORMI
Fam. Brotulidae
Gen. Bellottia
 
Il ritrovamento degli stati larvali a Napoli e a Messina è l'unica prova che esiste della presenza di questa specie nel Mediterraneo, ma deve essere stato un fatto sporadico.

Ha corpo corto, compresso, rastremantesi verso la coda, coperto da piccole scaglie cicloidi embricate. La linea laterale è più evidente nelle femmine ed è formata da papille in due rami. La testa è piuttosto grande e depressa con muso appuntito. L'occhio è grande. La narice posteriore è vicino al margine anteriore dell' orbita, e quella anteriore si apre alla estremità di un corto tubicino posto sopra il labbro superiore. Presenti pori mucosi e papille di senso sul capo. La bocca è ampia. I denti sono sulle mascelle, sul vomere e sui palatini. Nei premascellari sono piccoli, acuminati.
La pinna dorsale confluisce con l'anale, la cui origine è a metà corpo. Le pinne pettorali non hanno raggi liberi e allungati e sono portate da una larga base non peduncolata. Le ventrali mancano. La specie ha fecondazione interna ed il maschio dispone di un lungo organo genitale.

Sconosciuta la colorazione dell'animale vivente. Forse frequenta le fessure delle rocce o delle grotte. Incerta l'alimentazione (sicuro misidacei). Puo' raqggiungere i 5 cm di lunghezza.
Nota solo per il Golfo di Napoli.

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv