Benvenuto!
Adv
 
Capone gorno
Nome scientifico: Eutrigla gurnardus
Ord. PERCIFORMI
Fam. Triglidae
Gen. Eutrigla
 
Il profilo è meno ripido delle altre specie. L'occhio, posto in alto, è più vicino all'estremo posteriore della testa. L'apertura della bocca non arriva alla verticale passante dal margine anteriore dell'occhio. La visiera rostrale ha su ogni lato di 3-4 spine dirette in avanti, appuntite nei giovani, smussate e arrotondate nei grossi esemplari. L'aculeo preopercolari inferiore è parecchio sviluppato. Gli aculei sopra-orbitali e le spine occipitali sono evidenti nei giovani. Le placche ossee del capo presentano solchi e tubercoli smussati. I denti, villiformi, esistono sui mascellari e sul vomere. La linea laterale è formata da 70/75 scudetti ossei. Tutte le pinne sono simili a quelle delle altre specie di Caponi: Le pettorali sono più corte delle ventrali e non raggiungono l'inizio dell'anale e dei tre raggi liberi, il primo è il più corto e l'ultimo il più lungo.
La colorazione risente di due livre differenziate: una grigia e una rossastra.
Nella prima  il dorso e la parte superiore dei fianchi sono di colore variabile dal grigio giallastro al grigio verde scuro (possibili punti di colore bianco- azzurrino). Le pinne riflettono il colore della parte del corpo. Le dorsali hanno una fascia centrale azzurrastra. La linea laterale è bianca madreperlacea.
La seconda livrea varia dal rosso mattone al rosso bruno o rosso violaceo. La prima dorsale porta una macchia nera al margine superiore tra il 1° e il 5°' raggio
Il ventre nelle due livree è sempre biancastro.
E' una specie bentonica, gregaria ed in estate, in branchi numerosi, si spinge, affondando e riemergendo, in superficie. Nei mesi invernali frequenta fondali tra i 20 e i 200 metri.
La riproduzione, fatta al largo, va da marzo ad agosto e gli stadi post-larvali e giovanili conducono vita pelagica. Si nutre di crostacei e di pesci (molto meno). Si cattura con reti a strascico. Abbocca anche alle lenze. La forma rossa (Mediterranea) raggiunge i 25 cm.
La forma grigia è atlantica e raramente entra nel Mediterraneo. La forma rossa è abbastanza comune nelle coste italiane, più rara nell'Adriatico settentrionale
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv