Benvenuto!
Adv
 
Caviglione
Nome scientifico: Lepidotrigla cavillone
Caviglione
Ord. PERCIFORMI
Fam. Triglidae
Gen. Lepidotrigla
 
Ha corpo conico, affusolato con testa grossa e peduncolo codale ristretto. Il muso è a scarpa, con profilo più ripido delle specie, lievemente concavo e gli occhi molto grandi. L'opercolo e il preopercolo sono corazzati e muniti di spine acuminate. Esiste un solco profondo dietro l'orbita che corrisponde a un'accentuata depressione prenucale.
La bocca, tagliata orizzontalmente e in basso, è munita di denti villiformi sulle mascelle e sul vomere.
Le pinne dorsali sono due, innestate in un solco dotato da ogni lato da 23-25 spine acuminate. La prima pinna è composta di raggi spinosi, di cui il primo è seghettato. La seconda dorsale è formata da raggi molli ed è più lunga della prima. L'anale è simile alla seconda dorsale, ma più bassa ed è inserita in posizione opposta ad essa. Le pettorali sono grandi e posseggono i tre raggi inferiori liberi e articolati. Le ventrali in posizione giugulare sono appena più corte delle pettorali e la codale abbastanza ampia ha il bordo libero quasi troncato o appena incavato al centro. Le squame sono grosse e ruvide ad eccezione di quelle esistenti sulla linea laterale (50-60).
La colorazione è rossa grigio rossastra sul dorso e nella parte superiore dei fianchi. Rosse le pinne ad eccezione delle pettorali, che sono blu scuro con base rossa. Fianchi e ventre  bianco rosaceo o bianco.
E' una specie che vive sul fondo fangoso o sabbioso detritico da 10 a 500 metri. Il suo nuoto è breve e si riappoggia subito sul fondo, dove cammina con l'aiuto dei tre raggi delle pinne pettorali. La riproduzione si ha in primavera e le sue uova sono planctoniche.. Si nutre di piccoli organismi animali viventi sul fango del fondo.
Si cattura con le reti a strascico e con grosse sciabiche da spiaggia. Abbocca alle lenze e ai palangresi. Raggiunge al massimo i 20 cm.
Comune sulle coste italiane, specie nell'Adriatico.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv