Benvenuto!
Adv
 
Cernia nera
Nome scientifico: Epinephelus caninus
Cernia nera
Ord. PERCIFORMI
Fam. Serranidae
Gen. Epinephelus
 
Corporatura simile a quella di E. guaza. L'occhio è grande, preceduto dalle aperture nasali di cui la posteriore, più grande, è ovaliforme. La bocca molto ampia, ha il mascellare interamente ricoperto di esilissime squame, che mancano invece nel guaza. Ambedue le mascelle sono armate nella parte anteriore di 4 robusti denti caniniformi, uncinati e sporgenti, seguiti da un piccolo gruppo di denti uncinati minori. Sui lati si trovano denti disposti in due serie. La pinna dorsale, proporzionalmente più lunga e più bassa che nel guaza, ha un minor numero di raggi molli, 13 o 14 invece di 15 o 16, e quelli spinosi sono meno robusti. La anale invece è proporzionalmente più breve e più bassa di quella del guaza ed ha anch'essa i raggi spinosi meno robusti. La codale ha il margine posteriore troncato nei giovani e leggermente incavato negli adulti, mentre nel guaza è sempre più o meno arrotondato. Le pettorali sono meno ampie e più allungate e le ventrali all'incirca simili.
La colorazione è grigio violaceo, più o meno uniforme, che schiarisce sul ventre ed è più scuro sul dorso. Nei giovani sono evidenti due fasce nerastre oblique sulle guance che si attenuano e spariscono negli adulti. Le pinne impari sono marginate di chiaro.
Preferisce acque calde, non rara per i mari della Sicilia, dove veniva pescata in profondità rilevanti. Gli adulti si trovano in profondità variabili tra i 100 ed i 150 metri, mentre i giovani si avvicinano più facilmente alla costa.
Sconosciuta la riproduzione
L'alimentazione è formata essenzialmente da pesci e molluschi cefalopodi.
Viene catturata quasi esclusivamente con lenze e palangresi di fondo.
E' la più grossa specie di cernia esistente nel Mediterraneo, potendo raggiungere la lunghezza di un metro e mezzo ed il peso di 80 e 90 chili.
Nel Mediterraneo è stata citata soltanto per le coste algerine e tunisine, e per quelle italiane a Palermo, Messina, Catania e Taranto, nonché per la Dalmazia
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv