Benvenuto!
Adv
 
Cicerello
Nome scientifico:  Gymnammodytes cicerellus
Cicerello
Ord. PERCIFORMI
Fam. Ammodytidae
Gen. Gymnammodytes
 
Il corpo è sottile, molto allungato, con testa relativamente grande e appuntita, dalla mandibola prominente e fornita nella regione sinfisaria di una piccola appendice conica. La bocca è grande, orizzontale, con la mascella superiore molto protrattile, ma non si apre al di là dell'occhio ed priva completamente di denti in ambedue le mascelle. Sul vomere si notano talvolta un paio di tubercoli a forma di cresta che rassomigliano a denti. La pelle è liscia, priva completamente di squame, ad eccezione della regione codale dove se ne possono trovare un ristretto numero. La linea laterale inizia al livello della base delle pettorali e termina sopra la metà posteriore dell'anale ed è caratterizzata da una serie di ramificazioni verticali al disopra e al disotto. Nella metà inferiore dei fianchi attraverso la pelle si nota la forma dei miomeri, il che fa apparire il pesce come fornito di fasce alternativamente chiare e scure.
La pinna dorsale è unica, molto lunga, marcata da due incisure abbastanza appariscenti. Anche l'anale é relativamente lunga e marcata da una sola incisura centrale. La codale è nettamente forcuta, le pettorali sono piccole e le ventrali mancano comple tamente. Anche la vescica natatoria è assente.
Colorazione azzurro-verdastra sul dorso e bianco-argentea sui fianchi. Spesso presente una macchia nero-azzurra sulla testa.
E' una specie gregaria che allo stato adulto si raduna in branchi immensi sulle spiagge sabbiose in vicinanza delle coste. Ha l'abìtudine di seppellirsi sotto la sabbia, dove resta nascosta quando il mare è mosso. Se il mare è tranquillo esce all'alba e nuota in grossi branchi. Si nutre di zooplancton. Nel Mediterraneo la maturità sessuale si verifica nel periodo da novembre a gennaio. Le uova aderiscono ai granelli di sabbia per mezzo di un disco adesivo. La loro incubazione dura 11 giorni e le larve alla schiusa passano nel plancton.  La riproduzione è influenzata da fattori sconosciuti e ha grosse variazioni. La lunghezza massima oscilla tra i 15 e i 16 centimetri
Si cattura con lo sciabichello apposito, col sacco a maglia strettissima, in zone ben determinate e ristrette di alcune spiagge a profondità inferiore ai 10 metri. Capita anche nella rete a strascico dei motopescherecci, a profondità superiori
Sulle nostre coste molto comune nel Tirreno e in Sicilia, piuttosto raro nell'Adriatico settentrionale.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv