Benvenuto!
Adv
 
Dragoncello turchese
Nome scientifico:  Callionymus festivus
Dragoncello turchese
Ord. PERCIFORMI
Fam. Callionymidae
Gen. Callionymus
 
Ha corpo schiacciato dorso ventralmente e allargato nella sua parte anteriore, con pelle liscia, priva di squame. Testa molto larga appiattita e lunga, terminante a punta arrotondata. Bocca piccola protrattile con labbra carnose. Denti finissimi, acuti e volti all'indietro in ambedue le mascelle. Denti faringei piccolissimi, disposti in più serie, più lunghi quelli delle file posteriori. Occhi di media grandezza, molto vicini tra loro. Le apofisi spinose dei preopercoli hanno tre spine rivolte in alto
Due pinne dorsali, di cui la seconda molto sviluppata nel maschio, anale lunga e codale lunghissima, coi due raggi centrali che si prolungano nei maschi. Ventrali e pettorali ampie e sviluppate. Presente dimorfismo sessuale nella grandezza e nella forma delle pinne e nella colorazione.
La colorazione è vistosa nel maschio basata su un fondo grigio, su cuoi spiccano ocelli e strisce di colore turchese brillante. Le pinne dorsali e codale hanno su fondo giallo cromo strisce ondulate longitudinali turchese bordate di scuro, la codale nella parte inferiore è nerastra. L'anale e le pinne pari sono costellate di ocelli turchese su fondo giallo più o meno scuro. La femmina è simile, ma meno vistosa e la sua prima dorsale è interamente nera.
E' una specie  bentonica, che vive sui fondi sabbiosi a piccolissime profondità. Se disturbato si affonda nella sabbia. La riproduzione avviene nei mesi estivi, da giugno ad agosto. Le uova fecondate sono pelagiche e l'embrione sguscia dopo  24-48 ore secondo la temperatura. Si nutre come i congeneri

Simile a quella delle specie congeneri. Si cattura occasionalmente con coppi e retini. I maschi arrivano a 14 cm,  le femmine a 10cm.
Nei mari italiani  è stato trovato a Genova, Portoferraio, Napoli, Palermo, Nettuno e capo Palinuro.

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv