Benvenuto!
Adv
 
Evermannella
Nome scientifico:  Evermannella balbo
Evermannella
Ord. MICTOFIFORMI
Fam. Evermannellidae
Gen. Evermannella
 
Ha corpo relativamente corto, elevato e fortemente compresso, privo di squame, con pelle sottile e delicata, linea laterale poco visibile che si arresta a circa metà del corpo e che esteriormente ha forma di tubo incolore diviso in sezioni, una per ogni miomero quelle posteriori poco sviluppate. Su quelle anteriori non esistono vere squame ma sottili scudetti non ossificati e una grande apertura mediana. Si estende sul capo in ampi canali che si aprono all'esterno in numerose serie di pori più o meno grandi, diffusi ovunque.
La testa è alta, molto compressa, con muso arrotondato e bozza frontale poco sviluppata soltanto negli adulti. Le narici situate più vicine all'apice del muso che alle orbite, sono aperture semplici non orlate e senza lembi cutanei protettivi. Gli occhi grandi, telescopici, sono orientati verso l'alto e la palpebra adiposa si apre superiormente in un ampio foro ovale. Bocca enorme, mandibola prominente. I denti sul premascellare sono piccoli, caniníformi, ricurvi indietro e disposti in unica serie, nei giovani una seconda serie di canini di riserva ripiegati. Sulla mandibola una serie esterna di 4/6 canini fissi e pieghevoli e una interna di 5/6 più grandi, pieghevoli e lanceolati, con quelli anteriori più sviluppati, il secondo è il più lungo di tutti, ma sempre inferiore al dente palatino anteriore, Numerosi denti di riserva inclusi nel tessuto tra i dentari. Due placche di denti anche sui faringobranchiali. Branchiospine a forma di dentini solo sul secondo arco branchiale; lingua assente.
Pinna dorsale a margine arrotondato e a base breve, dorsale adiposa minuscola al di sopra degli ultimi raggi della anale, che è molto lunga; i lobi della codale appuntiti si sovrappongono in parte al centro.
Le pettorali ampie, arrotondate, con i raggi anteriori più lunghi che arrivano all'apertura anale.
La colorazione è argenteo rosata con finissima punteggiatura nera e macchioline nere stellate poco più grandi.
E' una specie batipelagica che vive a notevoli profondità, ma che probabilmente risale in alcune zone fin verso i 150 m. La riproduzione sembra che avvenga in estate. Gli stadi post-larvali più giovani hanno muso appuntito e si trovano negli strati superficiali, mentre quelli più avanzati discendono a profondità maggiori. Alimentazione carnivora formata in prevalenza da pesci. Si cattura raramente con le reti a strascico dei pescherecci. Si pesca nelle acque di Catania, Acicastello e di Riposto nei mesi di marzo, aprile e maggio con i consi (palangresi). Nello stretto di Messina si trova raramente spiaggiata negli stessi mesi. Puo' raggiungere i 2 metri di lunghezza
Nei mari italiani è citata solamente per il golfo Ligure e la Sicilia.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv