Benvenuto!
Adv
 
Ghiozzetto cristallino
Nome scientifico: Crystallogobius linearis
Ghiozzetto cristallino
Ord. PERCIFORMI
Fam. Gobiidae
Gen. Cristallogobius
 
E' completamente senza squame. Il dimorfismo sessuale è spiccato (nel maschio sono presenti pinne dorsali e ventrali, mentre nella femmina sono assenti; solo il maschio dispone di dentatura). Non dispone né genipori né di canali mucosi.
Ha corpo sottile, allungato e compresso lateralmente, molto translucido (si vedono i fasci muscolari e gli organi interni). La testa, nel maschio ha muso poco appuntito, occhio grande circolare e bocca molto ampia. I denti mascellari (26-28) sono piccoli e conici, seguiti ad ogni estremità da uno o due più grandi a forma di canino ricurvo verso l'indietro. I denti mandibolari (8) sono acuminati e ad ogni estremità si trova un grande canino un po' ricurvo. Nella femmina il muso è più appuntito, l'apertura della bocca più piccola e i denti mancano completamente.
La prima pinna dorsale nel maschio è ben formata e a base abbastanza larga con due soli raggi; nella femmina è rudimentale o manca. La seconda pinna dorsale e anale è a base molto lunga e ben evidenti nel maschio. Anche le pinne pettorali sono ben sviluppate nel maschio e corte nella femmina; le ventrali, ben formate e apparenti nel maschio con la membrana che le collega rudimentale, mancano completamente nella femmina e sono ridottissime. La pinna codale è corta e troncata posteriormente con lieve incavatura centrale
La colorazione è bianco azzurrina, con una serie di 3-5 macchioline nella regione ventrale e piccoli punti neri alla base dei raggi dell'anale e della codale. Presente una macchia nerastra alla sinfisi e all'estremità del mascellare. E' una specie che vive pelagicamente tra 10 e 100m di fondo. Per la riproduzione e ovodeposizione si dirige verso il fondo. La riproduzione si ha da luglio a settembre e le uova sono deposte nell'interno dei tubi di Poficheti sedentarii e fissate con un apparato adesivo filamentoso. Un maschio li sorveglia continuamente. Alla lunghezza di 30/35 mm sono prossimi alla riproduzione. Nelle femmine la maturazione degli ovari è precoce e molto appariscente.
Il ciclo vitale complessivo dura un anno e la morte sopravviene dopo la riproduzione.
Si nutre probabilmente di animali planctonici e la sua cattura è occasionale. I maschi raggiungono i 50 mm di lunghezza e le femmine 40mm.
Sulle coste italiane è citato per il Golfo di Napoli.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv