Benvenuto!
Adv
 
Ghiozzetto pelagico
Nome scientifico: Pseudaphya pelagica
Ghiozzetto pelagico
Ord. PERCIFORMI
Fam. Gobiidae
Gen. Pseudaphia
 
Il corpo, subcircolare all'altezza della pinna pettorale e assottigliato verso il muso e verso il peduncolo codale, è ricoperto da squame ctenoidee con margini poco denticolati. Sono presenti pori mucosi e genipori, difficilmente osservabili. La testa ha occhio grande, la bocca è relativamente piccola e la sua apertura non si spinge oltre il centro della pupilla. Sulle mascelle non esistono denti più lunghi e smussati. Le pinne dorsali sono due, molto distanziate tra loro, la prima con 5 raggi è più bassa della seconda la quale, a sua volta, è più bassa dell'anale e ha base più corta. La codale ha il margine posteriore arrotondato, le pettorali hanno la membrana che le tiene unite anteriormente.
Il corpo è biancastro, con una macchia nera evidente alla base della codale. E' una specie che si riunisce in numerosi branchi nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio. La femmina matura in giugno ha gonadi che riempiono completamente la cavità ventrale. Si nutrono di organismi animali planctonici. Si cattura con reti di circuizione a maglie finissime. Puo' raggiungere i 35 mm (mediamente è tra 25 e i 30 mm
Citata per lo Stretto di Messina.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv