Benvenuto!
Adv
 
Ghiozzetto pittato
Nome scientifico: Pomatoschistus pictus
Ghiozzetto pittato
Ord. PERCIFORMI
Fam. Gobiidae
Gen. Pomatoschistus
 
Ha corpo tozzo, affusolato e compresso lateralmente nella regione codale, ricoperto di squame ctenoidi piccole ma robuste, che si estendono su tutto il corpo. Nella regione nucale si nota una carena longitudinale che arriva quasi fino all'inserzione della prima dorsale. La testa è lunga circa un quarto della lunghezza totale del corpo e ha muso largo, arrotondato, con profilo lievemente ascendente. Gli occhi sono circolari, grandi e posti in alto. La narice posteriore è un forellino molto vicino al margine anteriore dell'orbita e quella anteriore si apre all'estremità di un tubicino sporgente. La bocca è obliqua e la sua apertura arriva oltre il margine anteriore dell'occhio. Le mascelle portano diverse serie di piccoli denti molto acuti (alcuni più grandi) tanto anteriormente che posteriormente.
La prima pinna dorsale si inserisce a una distanza dall'apice del muso che è circa il doppio della lunghezza della sua base e i suoi raggi più lunghi sono il 2° e il 3°.
La seconda dorsale sì inserisce quasi immediatamente dopo la prima. L'ultimo raggio, bifido e ripiegato indietro, resta separato dall'inizio della codale. L'anale si inserisce sotto il secondo raggio della seconda dorsale e termina poco prima dì questa ultima. La codale è ampia arrotondata e lunga circa un quinto della lunghezza totale. Le pettorali sono ampie arrotondate e il loro margine posteriore arriva fino all'altezza del primo e del secondo raggio della seconda dorsale. Le ventrali sono estese, quasi circolari e raggiungono appena l'apertura anale.
La colorazione giallognola sul dorso e sulla testa diviene rossa mattone scuro, tutto ricoperta di puntini nerastri. Lungo i lati quattro macchie nere formate ciascuna da due striscette verticali. Le pinne dorsali posseggono due fasce di macchie nere alla base nelle membrane, sovrastate da due serie di macchie rosse, più vive nei maschi e più smorte nelle femmine; le altre pinne sono incolori o grigiastre, la codale e le pettorali hanno una macchia nerastra diffusa alla loro base. E' una specie eurialina e vive in Adriatico, a bassissime profondità, preferibilmente in acque salmastre. La riproduzione avviene in estate. Le uova, piriformi, misurano 1 mm circa e le larve alla schiusa 3 mm. Fino alla taglia di 17-18 mm conducono vita pelagica. Il ciclo vitale completo è da uno a due anni. La nutrizione è simile a qyella del congenere P. microps. Si cattura nella laguna veneta con retini o con il coppo, nelle praterie di zostere. Raggiunge i 55 mm di lunghezza.
Citata per il Mediterraneo nella laguna veneta e genericamente per l'Adriatico
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv