Benvenuto!
Adv
 
Ghiozzo fallace
Nome scientifico:  Gobius fallax
Ghiozzo fallace
Ord. PERCIFORMI
Fam. Gobiidae
Gen. Gobius
 
Ha corpo allungato, compresso nella zona codale, e ricoperto di squame di media grandezza, che nella zona occipitale sono più piccole. La testa è grande con opercoli gonfi, occhi circolari e posti in alto. La bocca, non molto ampia, è munita in ambedue le mascelle di piccoli denti, acuminati e robusti, ricurvi all'indietro e disposti in più serie.
Le pinne dorsali sono separate tra loro da uno spazio molto ridotto o inesistente, la seconda dorsale è anche più breve, come l'anale. La codale è arrotondata, le pettorali ampie, lunghe un poco più delle ventrali.

Ha colorazione bruno olivaceo chiara, che inferiormente diventa bianco grigiastra, con fasce longitudinali piuttosto sottili alternate, giallastre continue e rossicce a macchioline semifuse. Evidente una fascia lungo la linea mediana formata da macchie più grandi delle altre. Lati del capo e opercolo con macchie rosso-brune miste a macchie bianche. L'orlo dell'opercolo è ornato da 5 macchie nere molto marcate, due macchiette nerastre all'apice del mento e una all'angolo della bocca. Le pinne impari, grigio-giallastro chiaro con macchiette puntiformi rossicce lungo i raggi che pero' nella codale si riducono a un solo punto alla base di ogni raggio. Alla base della pettorale una grande macchia nera che interessa la parte basale dei raggi superiori. Probabilmente la nutrizione è carnivora. Si cattura con retini o con lenze a mano. Raggiunge dimensioni di crica 9 cm.
Presente comunemente a Nizza, a Trieste, a Spalato e a Venezia.

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv