Benvenuto!
Adv
 
Ghiozzo paganello
Nome scientifico:  Gobius paganellus
Ghiozzo paganello
Ord. PERCIFORMI
Fam. Gobiidae
Gen. Gobius
 
Ha corpo tozzo e testa tondeggiante. Narici anteriori con lunga appendice dermica. Pinne
pettorali con i primi raggi trasformati in un ciuffetto di filamenti. Ventrali riunite in una ventosa molto sviluppata. Le squame rivestono tutto il tronco, la nuca fino agli occhi, la porzione superiore degli opercoli e la gola.
La colorazione è bruna con macchie più scure lungo il corpo. La prima dorsale con ocelli rossi e il margine superiore biancastro. Tutte le pinne variamente macchiate di bruno. Abita nei bassi fondali scogliosi con ricca vegetazione, a profondità basse e bassissime; entra anche nelle lagune salmastre. Sta quasi sempre immobile nelle cavità degli scogli o nascosto sotto i sassi, pronto ad afferrare qualsiasi preda eventuale. Si riproduce da gennaio a giugno. Le uova sono fissate su supporti solidi sommersi di vario genere a profondità intorno ai 2 metri e il maschio resta di guardia fino alla schiusa. Alimentazione carnivora. Abbocca molto facilmente alle lenze e si prende anche nei tramagli e nelle nasse a maglia fitta. Massimo 15 cm di lunghezza totale.
Comunissimo su tutte le coste italiane.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv