Benvenuto!
Adv
 
Ghiozzo quadrifasciato
Nome scientifico: Gobius quadrivittatus
Ghiozzo quadrifasciato
Ord. PERCIFORMI
Fam. Gobiidae
Gen. Chromogfobius
 
Il capo è depresso specie nella regione opercolare. Il corpo è allungato e compresso posteriormente e ricoperto di piccole squame che non si estendono sul capo. Ha occhio ovale, bocca ampia con labbra grosse, denti canini laterali nella mandibola e denti più grossi mediani. La pinna dorsale è subtriangolare col margine superiore arrotondato ed è separata dalla seconda da uno spazio abbastanza grande. L'anale è più bassa e più corta della seconda dorsale e, come questa, ha il suo lobo posteriore più sviluppato. La codale è molto ampia e arrotondata. Anche le pettorali sono ampie, mentre le ventrali sono estese e abbastanza distanziate dall'apertura anale.
Ha tinte brillanti. Corpo color bruno più chiaro nel lato ventrale e più scuro su quello dorsale dove si notano quattro fasce verticali bianco rosate che non si spingono oltre la metà superiore del corpo,di cui una stretta poco evidente subito dietro gli occhi, un'altra molto ampia postnucale, una terza tra le due dorsali e una quarta, più piccola sotto la metà posteriore della seconda dorsale. Guance e opercoli, marmorizzati di bianco. Le pinne impari sono castagno più o meno marginate di bianco, specialmente la codale e l'anale. Le fasce verticali sono tre, di colore giallo, tutte le pinne rosse, la seconda dorsale e la anale bordate di nero e la codale con doppio bordo, nero internamente e giallo, marginale. Specie molto rara che vive a piccola profondità sotto ai sassi piatti dei fondi ghiaiosi. Alimentazione simile ai congeneri. Si cattura occasionalmente con retini a mano. La misura massima quasi 7 cm.
Noto in Dalmazia, Nizza e Barcellona. Esemplari pescati a Palermo
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv