Benvenuto!
Adv
 
Grongo bicolore
Nome scientifico:  Chlopsis bicolor
Grongo bicolore
Ord. ANGUILLIFORMI
Fam. Xenocongridae
Gen. Chlopsis
 
Ha corpo anguilliforme, snello, privo di squame, la cui apertura anale è notevolmente anteriore alla metà del corpo. La linea laterale, poco visibile, è sulla metà superiore dei lati del corpo. Ha un poro su ambo i lati della regione branchiale. La testa è traversata da numerose serie di papille e ha muso arrotondato anteriormente. L'occhio è relativamente. piccolo e ricoperto da una membrana. Le narici anteriori si aprono all'estremità di un breve tubicino e sono situate presso l'apice del muso in direzione antero-laterale. Quelle posteriori si aprono al disotto del labbro superiore. Lateralmente sono protette da una piccola espansione dermica che sporge sull'orlo del labbro. Oltre al poro della regione branchiale, ve ne sono parecchi altri in varie parti. La bocca è relativamente ampia e la sua apertura si spinge poco oltre il margine posteriore dell'orbita. La mascella superiore è lievemente prominente e porta oltre ai denti due fasce di denti intermascellari che fiancheggiano una placca centrale vomerina. Sulla mandibola anteriormente vi sono due serie di denti di cui quelli anteriori della serie interna più sviluppati e posteriormente una singola serie. L'apertura branchiale è circolare, minuscola e semi-coperta sul margine superiore da una piega della pelle.
La pinna dorsale inizia sensibilmente dietro all'apertura branchiale, l'anale inizia immediatamente dietro l'ano e si congiunge con la dorsale intorno all'estremità codale. Mancano le pettorali e le ventrali.
Colorazione bruno caffè superiormente e bianco latte inferiormente, con separazione netta dei due colori lungo una linea che parte dall'estremità anteriore del muso, traversa o sottolinea l'orbita oculare e lascia sempre meno spazio alla metà inferiore bianca, che termina circa all'inizio dell'ultimo terzo dell'anale. Sul capo la colorazione bianca ventrale si estende fino ad abbracciare il labbro superiore e ambedue le narici.
E' una specie bentonica che passa molto tempo semiseppellita nel fango a profondità variabili tra i 90 e 350 metri. Uova fecondate di diametri intorno ai 3 mm si trovano nello Stretto di Messina nel mese di agosto, giovani larve in settembre e semilarve in ottobre. Le femmine hanno 2.000 uova del diametro medio di 0,46 mm, nel mese di aprile. Si nutre di pesci e invertebrati bentonici. Degli esemplari noti, i primi furono trovati spiaggiati, uno è stato preso con le mani in superficie, uno con i palangresi di fondo, gli altri con la rete a strascico dei pescherecci. Le dimensioni massime vicino ai 40 cm.
Presente nel Tirreno, nell'Adriatico e nello Jonio
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv