Benvenuto!
Adv
 
Murena
Nome scientifico:  Murena helena
Murena
Ord. ANGUILLIFORMI
Fam. Muraenidae
Gen. Muraena
 
Corpo allungato serpentiforme, quasi cilindrico nella prima metà e compresso lateralmente nella parte codale. La pelle è nuda, spessa e resistente, ricoperta di muco viscido. La testa è lunga e termina in un muso corto di forma piramidale un po' compresso lateralmente. Gli occhi sono piccoli, circolari. Le narici sono tubulate, le anteriori, situate quasi all'estremità del muso, hanno un tubulo un poco più lungo di quelle posteriori. L'apertura branchiale è piccola, di forma ovale ed è situata al centro di una macchia nerastra. La bocca è ampia e la mascella superiore è lievemente prominente. Su ogni mascella sono piazzati su dì una sola fila dei denti robusti, acuminati e ricurvi indietro, alcuni dei quali più lunghi a forma di pugnale. La lingua manca.
La pinna dorsale spessa e ben sviluppata, ha tutti i suoi raggi coperti dalla membrana, inizia un poco avanti all'orifizio branchiale e si estende fino all'estremità posteriore del corpo. L'anale, simile alla dorsale, inizia all'incirca alla metà del corpo e la sua estremità posteriore si riunisce con quella della dorsale per formare una falsa codale puntuta. Non esistono né ventrali né pettorali.

La colorazione è bruno rossastro scuro variegato di giallo più o meno chiaro.
E' una specie costiera sedentaria. Durante il giorno sta quasi sempre intanata nei buchi o nelle fessure delle rocce, con la testa appena sporgente. Le fauci spalancate rivelano la necessità di pompare continuamente dell'acqua attraverso la bocca per apportare ossigeno alle branchie.


La riproduzione va da luglio a settembre. Le uova sono galleggianti e le larve sono del tipo leptocefalo. Si cattura con i palangresi a profondità relativamente basse, da tre metri a una quindicina circa, soprattutto nei mesi estivi su fondali rocciosi. Capita talvolta nelle nasse.

La sua carne è ottima. Il sangue è tossico, ma la cottura lo rende innocuo.
Oltrepassa il metro e 40 di lunghezza. Specie caratteristica del Mediterraneo. Comune su tutte le coste rocciose. Rara nell'Adriatico settentrionale.

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv