Benvenuto!
Adv
 
Occhialone
Nome scientifico: Pagellus centrodontus
Occhialone
Ord. PERCIFORMI
Fam. Sparidae
Gen. Pagellus
 
Tutti i pagelli non raggiungono grandi dimensioni (generalmente tra i 25 e i 30 cm. e non oltre i 1,2 kg di peso). Somigliano ai dentici e ai pagri, ma si distinguono per non avere mai i denti caniniformi. Somigliano anche ai saraghi, ma non posseggono mai né i caratteristici denti incisiviformi, né la macchia nera sul penducolo caudale, che sono propri di queste specie.
Corpo oblungo compresso lateralmente con testa piuttosto corta ed ottusa. All'altezza delle aperture nasali vi è in genere una specie di bozza frontale che è più evidente nei grossi esemplari. Il muso ha profilo tondeggiante ed è caratterizzato dalla bocca non molto ampia situata in posizione terminale inferiore. I denti sono piccoli, disposti anteriormente in serie strette e fitte come carde e posteriormente in forma di molari ma non così evidenti e grossi come quelli delle orate e dei pagri. L'occhio è molto grande e talvolta è particolarmente in evidenza negli esemplari che si trovano sul mercato a causa dello sbalzo di pressione che subiscono quando vengono pescati in profondità.
Ha una sola pinna dorsale con raggi spinosi nella prima metà e molli nella seconda. La parte spinosa, che presenta 12 raggi si ripiega completamente in un solco dorsale scaglioso e così pure la anale che possiede 3 raggi spinosi e 12 molli. Le pettorali sono falciformi e le ventrali toraciche con una sola spina.

La colorazione è fondamentalmente argentea con tendenza al rosa vinaceo, più scuro sul dorso, che è grigiastro rosa. Una macchia nerastra, ben evidente, appare nella maggior parte degli individui adulti, dietro all'opercolo e all'inizio della linea laterale.
Frequenta i fondali delle secche a coralline, ma si trova anche in quelli fangosi  anche a 600/700 metri di profondità. Nei mesi estivi risale a 40-50 metri nelle zone rocciose.
Gli esemplari giovanili (10-15 centimetri) si avvicinano alla costa tra la primavera e l'estate. E' forma gregaria e si raggruppa in banchi formati da individui della stessa taglia e della stessa età.
Il periodo di maturità sessuale è all'inizio della prìmavera. Le forme larvali e giovanili, sono pelagiche nei primi stadi, come anche le uova, che sono galleggianti
Ha alimentazione carnivora.
Viene catturato in quantità con le lenze e i palangresi di fondo tra i 200 e i 500 metri. Capita anche nella rete a strascico dei pescherecci e nei tramagli. Gli adulti misurano tra i 30 e i 40 cm di lunghezza, ma possono raggiungere anche il mezzo metro. Ottima la carne.
Comune nei mari d'Italia e nel Mediterraneo

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv