Benvenuto!
Adv
 
Palombo
Nome scientifico: Mustelus mustelus
Palombo
Ord. SQUALIFORMI
Fam. Triakidae
Gen. Mustelus
 
Ha corpo fusiforme, molto snello, con testa appiattita e muso a contorno ogivale. L'aspetto esterno, tranne il colore, è quasi identico a quello del Palombo stellato, da cui si differisce per i solchi labiali superiori più lunghi degli inferiori, per le narici meno distanziate tra loro, che sono larghe quanto la distanza internasale, per lo zigrino minuto, per i denticoli dermici ovali, embricati e appuntiti con 2-4 carene che occupano solo la parte basale.
E' presente la piega sotto-oculare e le posizioni delle pinne dorsali, anale, pettorali e ventrali coincidono.
La colorazione è quasi sempre grigia uniforme. In alcuni casi vi sono macchiette nere sparse disposte variamente e più o meno numerosi. Frequenta, sotto costa e in branchi, i fondali fangosi e detritici. Ha abitudini prevalentemente notturne e nuota in stretta vicinanza del fondo, avvicinandosi alla riva nel periodo della gravidanza. La riproduzione è vivipara e gli embrioni aderiscono all'utero a mezzo di placenta. La fecondazione avviene nel mese di giugno (sulle nostre coste) e la nascita circa nove mesi dopo. Le uova non sono fecondate tutte contemporaneamente (20-24 embrioni).
Si nutre di specie animali bentoniche, prevalentemente molluschi, granchi e vermi. Si cattura con palangresi di fondo e con reti a strascico dei motopescherecci.
La carne è ricercata sui mercati del Lazio e della Toscana. Arriva a un massimo di 160 centimetri.
Comune in tutto il bacino del Mediterraneo. Molto comune nel Medio Tirreno e nell'Adriatico
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv