Benvenuto!
Adv
 
Peperoncino
Nome scientifico: Tripterygion triperonotus
Peperoncino
Ord. PERCIFORMI
Fam. Clinidi
Gen. Tripterygion
 
Ha corpo compresso, fusiforme e allungato, con linea laterale ad andamento rettilineo.
Si caratterizza per le tre pinne dorsali ben distinte. Il corpo è ricoperto di scaglie ctenoidi, grandi, tranne la zona opercolare. I grandi occhi sono posti in alto e nella parte superiore dell'orbita hanno un piccolo tentacolo. Il muso è appuntito, stretto e corto, la bocca terminale, protrattile. Diverse file di sottili denti cardiformi si trovano nelle mascelle.
Le pinne dorsali sono tre.
La prima fatta di 3 raggi spinosi.
La seconda, ha raggi spinosi di cui i primi tre sono di maggiore lunghezza e talvolta si prolungano in sottili filamenti.
La terza è formata da tutti raggi molli semplici, decrescenti. La coda è separata dalla terza dorsale e dall'anale e ha il bordo arrotondato. L'anale è lunga la metà della lunghezza del corpo. Le pettorali sono ampie e terminanti in punta con tutti i raggi articolati. Le ventrali sono lunghe e formate da due raggi.

La colorazione si differisce per dimorfismo sessuale. Il maschio è rosso scarlatto nel corpo e nelle pinne ed ha macchie brune nei fianchi.
La testa è nera. Presenti puntini celesti sulle pinne e sulle guance.
La prima dorsale ha una macchia nera sulla punta della terza spina, accompagnata da due scarlatte.
Le femmine sono di colorazione bruno castagno più o meno macchiato.
Un'altra specie è a fondo giallo ed un'altra ancora a fondo bruno.
Ha abitudini sedentarie, vive da solo o in coppia negli anfratti di scogli a basse profondità.
La riproduzione si ha nel mese di maggio. Le uova sono deposte in mucchietti attaccaticci sul fondo o sulle rocce.
Si nutre di piccolissimi crostacei.
Si cattura con piccoli retini a mano. Non supera gli 8 cm.
Specie mediterranea. Nei mari italiani è citato ovunque, più raro nell'Adriatico

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv