Benvenuto!
Adv
 
Pesce forca
Nome scientifico:  Peristedion cataphractum
Pesce forca
Ord. PERCIFORMI
Fam. Peristedidae
Gen. Peristedion
 
L'aspetto è simile a quello delle specie della famiglia Triglidae. Il capo è grosso e il muso molto allungato. Le ossa preorbitarie si estendono in avanti formando una visiera incavata al centro, tanto da farle assomigliare ai rebbi di un forchettone. Sopra ciascuna delle aperture nasali anteriori vi è una spina. Gli occhi sono grandi e ovali, situati in alto sulla testa. La bocca si apre in posizione inferiore ed è piccola, semilunare e priva di denti. Sotto la mandibola vi sono diversi barbigli tattili, di cui gli anteriori sono più grandi e ramificati. Il corpo, a sezione ottagonale, si rastrema verso la coda ed è ricoperto di placche ossee dure, formanti quattro creste spinose, taglienti, rilevate per ogni lato.
Le prima dorsale ha raggi lunghi e flessibili, oltre la membrana arrotondata. La seconda pinna dorsale è tre volte più lunga della prima. L'anale in posizione alla seconda dorsale è più bassa e più corta. La codale è spatolata e poco incavata al centro. Le pettoralì sono grandi (meno di quelle del capone) ed hanno due raggi liberi articolati. Le ventrali sono più corte e non arrivano all'altezza dell'apertura anale.
La colorazione va dal rosa al rosso scarlatto, più pallido nella zona ventrale. Le pinne hanno la tinta del corpo, tranne le ventrali che sono bianco azzurrastre e la codale che è rossa alla base e giallo cromo nella parte posteriore.  Il margine esterno dell'anale è bianco azzurrastro.
E' una specie solitara, bentonica, che frequenta fondali fino a 500 metri (in alcune zone risalgono a 50-100). La riproduzione avviene in primavera. Si nutre di piccoli organismi viventi nel fango. Si cattura con reti a strascico in profondità. La carne è buona per la zuppa di pesce.. Raggiunge la dimensione di 25 cm
Comune lungo tutte le coste italiane (nell''Adriatico centro settentrionale è raro).
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv