Benvenuto!
Adv
 
Pesce lanterna nasuto
Nome scientifico:  Gonohyctys coccoi
Pesce lanterna nasuto
Ord. MICTOFIFORMI
Fam. Myctophidae
Gen. Gonchthys
 
E' caratterizzato dal muso prominente oltre l'apice della mandibola, dal peduncolo codale lungo e basso e dalla pinna anale molto più lunga della dorsale.
Ha corpo allungato, compresso, che si rastrema verso l'estremità codale. Il peduncolo codale è stretto e lungo. Le squame sono lisce, cicloidi e poco aderenti. La linea laterale si arresta all'incirca al disotto della estremità della pinna adiposa dorsale o poco avanti.
La testa ha muso corto, ottuso, prominente e occhio di media grandezza, situato nel terzo anteriore della lunghezza cefalica.
La bocca, relativamente ampia e poco inclinata, ha il mascellare sottile alla estremità posteriore.I denti, molto minuti, sono disposti in serie su ogni mascella, sui palatini e anche sui pterigoidi e le branchiospine del primo arco.
Gli organi luminosi più caratteristici sono quelli della serie anale, che è lunga (19 fotofori di cui 6 anteriori e 13 posteriori). Il numero dei fotofori della serie anteriore varia tra 4 e 8 e quello della serie posteriore tra 10 e 14.Presenti squame luminose sopracodali o infracodali, apparentemente isolate una dall'altra tra il termine della pinna adiposa e l'inizio della pinna codale.
La pinna dorsale è breve e la sua origine è più vicina all'estremità del muso che alla base della codale e nettamente dietro la base delle ventrali. L'anale ha una base più lunga, circa due volte e mezzo quella della dorsale e inizia al disotto degli ultimi raggi di essa. La codale è relativamente piccola e anche brevi sono le pettorali e le ventrali.
La colorazione è argentea brunita sui lati con riflessi dorati, e iridescenti. Dorso e lato dorsale del capo color lavagna metallico e così pure il lato ventrale inferiore. L'interno della bocca è nero, l'iride argentea, le pupille jaline. Frequenta acque temperate tra la superficie e 1500 m. Si nutre di organismi dello zooplancton. Si cattura con reti batipelagiche o con bilance e retini in superficie di notte. Non supera i 60 mm di lunghezza totale.
Nei mari italiani, segnalato solamente a Messina, dove si trova raramente sulle spiagge del Faro nei mesi di gennaio e febbraio.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv