Benvenuto!
Adv
 
Pesce sorcio spinoso
Nome scientifico: Nexumia sclerorhynchus
Pesce sorcio spinoso
Ord. MACRURIFORMI
Fam. Macruridae
Gen. Nezumia
 
Ha corpo con tronco corto e alto all'inizio della prima dorsale, affinato  nella parte codale che termina a punta. Ha squame ctenoidi, munite di varie serie di spine sub-eguali. La linea laterale, ben visibile, segue il profilo dorsale con curva accentuata sopra le pettorali.
La testa è appuntita, munita di creste longitudinali, di cui due sopra-orbitali che arrivano fino all'estremità anteriore del muso. Nella parte anteriore del lato dorsale del muso ve n'è un'altra breve e centrale che termina sul lobo anteriore, munito di spine robuste e fiancheggiato da due altre prominenze spinose una per lato. L'occhio è grande ed il margine superiore dell'orbita sfìora il profilo dorsale. Le narici sono vicinissime al margine anteriore dell'orbita. Quella posteriore è più grande e sub-ovale.
La bocca è piccola, a ferro di cavallo ed è situata in posizione inferiore. La mandibola, che porta sotto la sinfisi anteriore un breve barbiglio, lungo poco più della metà del diametro oculare, s'incassa completamente nella mascella superiore che è molto protrattile. in ambedue le mascelle vi sono fasce di denti minuti, disposti a scardasso.
Le pinne dorsali sono due: la prima molto alta ha un primo raggio spinoso rudimentale, che sporge appena dalla pelle del dorso quasi esattamente al disopra dell'apertura anale e un secondo aderente al primo, che è il più lungo di tutti e porta anteriormente dei dentelli spinosi che varìano dì numero da 14 a 20. La seconda dorsale, che arriva fino all'estremità del corpo, inizia dopo un ampio spazio, equivalente più o meno alla metà della lunghezza del capo. L'anale ha raggi ben sviluppati e inizia più avanti della seconda dorsale all'incirca all'altezza del termine della prima, o poco più indietro. Le pettorali sono lanceolate e inserite su di una base carnosa; le ventrali sono inserite all'incirca alla stessa altezza delle pettorali o lievemente più indietro, hanno il raggio esterno allungato e filiforme e nel centro dell'area esistente tra le loro basi vi è una piccola finestra dermica nera lucida, corrispondente ad un organo luminoso.
Corpo grigio topo con riflessi violacei sui lati. Ventre blu nerastro e membrane branchiosteghe nere. Pinne incolori o giallo pallido sporco.
E' una specie bentica semi-abissale che vive in profondità tra i 400 e i 2.000 metri. Si nutre di organismi viventi nel fango del fondo. Si cattura con reti a strascico. Dimensione massima 33 cm.
E' citata per il Tirreno.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv