Benvenuto!
Adv
 
Rondinella di mare
Nome scientifico:  Danichtthys rondoleti
Rondinella di mare
Ord. BELONIFORMI
Fam. Exocoetidae
Gen. Danichthys
 
Il genere si differenzia nelle pinne, sia come numero e forma di raggi, che come posizione e colorazione.
Ha corpo slanciato e fusiforme con grande sviluppo delle pinne pari e dalla forma della coda, forcuta, con il lobo inferiore nettamente più grande e più lungo del superiore.
La pelle è coperta di squame più o meno rotondeggianti, salvo che lungo la linea laterale che appare come una carena tubolare sporgente, fatta di 15 squame più piccole, piegate per il lungo, con un grosso tubulo che ne occupa la zona centrale. La testa è corta, larga, con muso ottuso e occhi grandi. La bocca è piccola con mascelle fornite di denti minutissimi e sottili. Le branchiospine del primo arco variano da 24 a 30.
Le pinne pettorali, molto sviluppate, si distinguono per avere i primi tre raggi semplici, che negli esemplari adulti si riducono a due soltanto. Anche gli ultimi 4 raggi non sono biforcati, cosicché su 17 raggi solo 10 sono bifidi. Le ventrali sono pure molto sviluppate e la dorsale è quasi uguale sia come forma che come grandezza, all'anale. La codale ha il lobo inferiore molto più sviluppato del superiore.
Dorso azzurro scuro metallico e fianchi bìanco argentei. La dorsale è grigiastra e l'anale bianca, le pettorali sono quasi uniformemente nero scuro, spesso con un piccolo bordo bianco alla punta dei raggi. Le ventrali sono nere col bordo posteriore bianco sporco.
Ha un habitat in diretto rapporto con la temperatura del mare essendo circoscritto alle isoterme dei 20°C. Ha abitudini pelagiche, ma si trova più facilmente vicino alle terre emerse essendo le sue uova demersali anziché pelagiche. Questi pesci riescono a compiere anche notevoli percorsi in volo planando sollevandosi anche di due o tre metri al disopra della superficie del mare. Il decollo non avviene per il battito delle pettorali, che aiutate dalle ventrali funzionano soltanto da superficie planante, bensì dal frenetico battimento della coda, il cui lobo inferiore seguita il suo movimento in acqua anche quando il corpo si è sollevato interamente al disopra della superficie. Di notte sono attirati dalle luci e sul ponte delle navi che solcano i mari e gli oceani tropicali e subtropicali, al mattino sì trovano sovente numerosi esemplari di questi pesci. Depone le uova attaccandole a corpi galleggianti, dai quali pendono come grappoletti di minuscola uva. Gli esemplari più piccoli catturati in mare fino ad oggi sono di 14 mm e già presentano le pettorali molto sviluppate. Forme larvali e animali planctonici. Si pesca occasionalmente. La loro carne è ottima. Arriva a circa 25 cm. di lunghezza.
Cosmopolita. Più comune nella parte meridionale che nel mar Ligure o nell'Adríatíco settentrionale.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv