Benvenuto!
Adv
 
Sagri'
Nome scientifico:  Centrophorus granulosus
Sagri'
Ord. SQUALIFORMI
Fam. Squalidae
Gen. Centrophorus
 
Si distingue per le spine delle dorsali (scanalate lateralmente), i denti diversi nelle due mascelle (sempre pero' con una sola cuspide centrale), la forma delle pinne pettorali che hanno l'apice interno appuntito e più o meno allungato.
Specie batipelagica con corpo fusiforme e muso allungato e depresso. Occhio grande, ellittico, spiracoli ampi col margine inferiore allo stesso livello di quello superiore dell'orbita oculare. Bocca armata da denti di forma differente sulle due mascelle, di cui 40 superiormente e 30 inferiormente, questi ultimi col margine lievemente seghettato. Le aperture nasali sono ampie e più vicine all'estremità del muso che alla bocca. Il corpo è ricoperto di denticoli dermici molto ruvidi, ma non acuminati e disposti molto vicini tra loro, a mosaico, non sovrapposti.
Le pinne dorsali sono due, simili tra loro, con apice posteriore allungato e appuntito. L'apice posteriore della seconda dorsale arriva quasi al lobo superiore della codale e si spinge oltre l'altezza dell'inizio di quello inferiore. L'anale manca e la codale ha i lobi superiore e inferiore ben distinti. Le pettorali sono ampie, in genere un po' sfrangiate e con l'apice posteriore allungato e appuntito. Quello posteriore delle pelviche arriva all'altezza dell'inizio della seconda dorsale.
La colorazione è grigio violacea, più scura sul dorso e più chiara sui fianchi, bianca sul ventre. La pupilla è verde giada. Vive in profondità, fino a 500 metri e risale dai fondi fangosi, sulle secche a coralline, ma non oltre i 150 metri. Si riproduce durante tutto l'anno. Le femmine contengono, nella capsula, sempre un solo uovo fecondato, e quindi un solo embrione nell'utero.
Si nutre di pesci bentonici. Si pesca con i palangresi di fondo e con reti a strascico.
La carne non è buona e il fegato è ricchissimo di olio limpido ma povero di vitamina A.
Lo zigrino un tempo era molto ricercato. Arriva ad un massimo di 150 cm di lunghezza totale.
Sulle coste italiane è molto comune in Sicilia e nel Tirreno, ma non nell'Adriatico.
Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv