Benvenuto!
Adv
 
Sarago fasciato
Nome scientifico:  Diplodus vulgaris
Sarago fasciato
Ord. PERCIFORMI
Fam. Sparidae
Gen. Diplodus
 
Corpo ovale compresso lateralmente e piuttosto alto, con grosse scaglie. Bocca piccola munita nelle due mascelle di otto incisivi stretti lievemente inclinati e seguiti da due file di molari arrotondati. Occhi abbastanza grandi. Pinna dorsale unica con 11/12 spine anteriormente e 14/15 raggi molli. Anale con 3 spine e ventrali con una spina. Pettorali lunghe e falciformi.


E' il più chiaro di tutti i suoi congeneri. Predomina il colore argenteo dove risultano nette le due fasce nero-brune della parte anteriore del corpo e della parte codale. La fascia posteriore abbraccia tutto il peduncolo codale e negli esemplari giovani tocca l'estremità della dorsale e dell'anale. Alcune strie dorate sono visibili nel dorso soprattutto al disopra della linea laterale.
Vive in prossimità della costa sui fondi rocciosi ma in vicinanza delle zone sabbiose. E' facile incontrarlo in prossimità degli scogli isolati in mezzo alla sabbia. Entra molto meno facilmente nelle lagune salmastre.
Nel mese di ottobre gli adulti depongono le uova che sono galleggianti e dalle quali si sviluppano gli stadi larvali (pelagici fino a 10 mm). Gli stadi post larvali e giovanili da 10 a 20 mm. circa si avvicinano alla costa e si trovano nuotanti in frotte numerose, spesso insieme agli stessi stadi del Puntazzo in vicinanza degli scogli, nei mesi da novembre a gennaio. La macchia nera intensa che gli adulti portano sul peduncolo codale incomincia a formarsi quando raggiungono i 15 mm. di lunghezza e solo dopo un certo tempo, quando hanno raggiunto i 35 mm. si forma l'altra che negli adulti si trova tra la nuca e la prima dorsale.
Si nutre di piccoli crostacei, vermi e molluschi che trova tra gli scogli e nella sabbia.
Si pescano con le nasse e con i tramagli, on superano i 30 cm, la taglia media è di 18 cm.
Noto in tutto il Mediterraneo

Home
Back
Print
Send
Adv
 
Adv