Go to Home "operagastro". Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Scorfanetto carenato
Nome scientifico: Scorpaena loppei
Ord. PERCIFORMI
Fam. Scorpenidae
Gen. Scorpaena
Simile alla Scorpaena notata da cui si differisce per il corpo coperto di scaglie ctenoidi, che non si estendono sulla zona ventrale e sulla gola e nemmeno sulla testa, per la linea laterale lungo la quale si notano circa 23 tubicini, per il peduncolo codale piuttosto sottile, per l'altezza tra il 25 e il 28 per cento dell'altezza massima del corpo.
La testa è munita di una depressione occipitale e non possiede molte appendici cutanee (lacinie). L'occhio non è grosso. Lo spazio interorbitale è stretto e circa uguale alla metà del diametro oculare ed è marcato da due coste longitudinali. Il sottorbitale anteriore è munito di una sola spina, larga, curvata posteriormente e diretta verso il basso
Il mascellare porta per tutta la sua lunghezza una cresta centrale rilevata come una chiglia, che si attenua verso l'estremità posteriore. I denti, villiformi e disposti in fasce, sono presenti su ambedue le mascelle, sul vomere e sui palatini. Le fasce dei palatini sono dritte e corte. Specifica è la presenza di un unico poro centrale, alla sinfisi inferiore della mandibola, nel fondo del quale di notano gli orifizi di due canali laterali. L'apertura anale è più vicina all'estremità del muso che a quella della codale.
La pinna dorsale ha la terza e quarta spina più lunghe delle altre. L'anale ha la seconda spina più lunga. Le pettorali, inserite un poco avanti e al disopra delle ventrali raggiungono con la loro estremità l'inizio dell'anale. Le ventrali raggiungono con la loro estremità l'anale (l'ultimo raggio delle ventrali sono collegate all'addome con una membrana).
La colorazione risente delle condizioni ambientali e generalmente è rosso marmorizzata con fasce più o meno scure. Spesso presente una macchia nera sulla pinna dorsale, tra il sesto e l'ottavo raggio. E' una specie bentonica che vive oltre i 200m su fondali sabbiosi o detritici. Si nutre di crostacei e si cattura con rete a strascico. Al massimo raggiunge i 13cm
Citata per la costa orientale della Sardegna
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Esplora l'azienda.
Go to home "GioSa".